De Boer lo scudetto tutti lo vogliono vincere

De Boer lo scudetto tutti lo vogliono vincere

L'esterno italiano ha poi parlato di de Boer e Icardi e, in generale, degli obiettivi dell'Inter in questa stagione: "Certamente serve molto giocare in modo offensivo, ma anche l'equilibrio è importante, noi dobbiamo crescere sotto questo punto di vista".

"L'Inter è seguita in tutto il mondo, è una cosa che si percepisce!" Nel prosieguo dell'intervista, Santon dichiara che deve tantissimo a de Boer, che la sua carriera è stata "condizionata da continui problemi fisici", che l'Inter ha un problema di mentalità in Europa.

Giunto all'Inter nell'estate scorsa, Ivan Perisic si è rivelato uno degli acquisti più importanti degli ultimi anni, diventando uno dei punti fermi della squadra. "Cercherò di onorarla sempre". Prima del derby della 13esima giornata De Boer e soci se la vedranno contro Cagliari, Torino e Crotone a san siro e atalanta e Sampdoria in trasferta. De Boer però ostenta tranquillità tanto da non esclude che i nerazzurri possano tornare a lottare per il primo posto: "Ogni giorno la lotta scudetto può cambiare". "L'Inter ha una proprietà fortissima come il Suning e sono orgoglioso di essere stato il loro primo grande investimento".

Sul rapporto con Icardi: "Segna di più grazie a me?"

Alla ripresa del campionato c'è lo scoglio Cagliari da superare: "Sfida importante, perché non è un avversario facile, ma abbiamo fiducia nel nostro lavoro e nella nostra squadra". Se posso insegnare a Santon e D'Ambrosio a fare i cross? Come voto finora voglio dare un 6+ a me e alla squadra. Se non avessi fatto il calciatore, cosa avrei fatto?

Chi è il miglior attaccante con cui hai giocato?

"La verità? L'elettricista. Ti immagini i blackout a Roma!".