Dario Fo. Il ricordo dell'amico Beppe Grillo

Dario Fo. Il ricordo dell'amico Beppe Grillo

Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, su Twitter si è invece espresso così: "Addio a Dario Fo. Con la sua scomparsa si chiude un capitolo molto bello di storia di cultura, politica e partecipazione".

In particolare, balzano agli onori della cronaca le affermazioni del Capogruppo alla Camera dei Deputati per Forza Italia Renato Brunetta di questa mattina a Radio Anch'io su Radio Uno: "Quando muore una persona, ovviamente, cordoglio".

"#DarioFo. Nessuna ipocrisia, non mi era mai piaciuto". Aveva vinto il premio Nobel per la Letteratura nel 1997. Nei miei confronti si è espresso in maniera razzista, facendo riferimento alla mia altezza, per esempio.

Se Dario Fo avesse letto e ascoltato certi elogi postumi, probabilmente si sarebbe divertito parecchio.

"Si', adesso sono tutti a celebrare Dario".

P.S. Proprio oggi l'Accademia di Stoccolma ha assegnato il premio Nobel per la Letteratura al grandissimo Bob Dylan, a sua volta poeta degli ultimi e dei dimenticati, da sempre impegnato in prima fila in battaglie politiche e civili che hanno rivoluzionato l'America e l'immaginario collettivo dell'Occidente.

La vita, secondo lui, era "una meravigliosa occasione fugace da acciuffare al volo tuffandosi dentro in allegra libertà". In conclusione di messaggio parla di Fo come di una figura che "ha ritratto l'uomo semplice rendendo nobili gli angoli più strani della personalità di un popolo: non ci ha giustificati ma neppure glorificati. Oppure meglio una scaletta, così se la regola da sé".