Crotone choc, la ventenne Federica Manica uccide la madre Giovanna Salerno

Crotone choc, la ventenne Federica Manica uccide la madre Giovanna Salerno

Ha ucciso la madre soffocandola con un sacchetto di plastica. Il delitto è avvenuto all'interno della loro abitazione nel quartiere Poggio Pudano, alla periferia sud della città. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale compagnia e hanno trovato il corpo senza vita della donna 48enne, riverso sul letto della camera matrimoniale, con accanto il sacchetto di plastica.

La donna uccisa pare soffrisse di una grave malattia e non usciva da casa da tempo.

La ragazza é stata condotta nella caserma del Comando provinciale dei carabinieri, dove attualmente è sottoposta ad interrogatorio da parte del pm di turno della Procura di Crotone, Luisiana Di Vittorio. Ma, al contempo, non si esclude che la giovane, a causa delle gravi condizioni di salute in cui versava la madre, che soffriva anche, a causa della sua patologia, di un forte stato depressivo, avesse accumulato uno stato di tensione tale da culminare nell'omicidio di oggi pomeriggio. Stando alle prime informazioni trapelate, la giovane avrebbe avuto un buon rapporto coi genitori e non avrebbe mai manifestato segni di squilibrio. Secondo le prime indiscrezioni, la ragazza in lacrime avrebbe confessato l'omicidio al padre, il quale avrebbe immediatamente avvertito i carabinieri. Per ora non è stato ancora chiarito il movente che ha spinto la giovane, senza apparenti disturbi mentali, a uccidere la madre. Resta da capire il perché abbia ucciso la madre, se avessero litigato o se ci fossero problemi in famiglia.