Catania, muore donna incinta con gemellini. Denuncia dei congiunti

Catania, muore donna incinta con gemellini. Denuncia dei congiunti

Gravissimo presunto caso di malasanità a Catania.

I familiari di una giovane paziente incinta, morta domenica all'ospedale Cannizzaro di Catania, insieme con i due gemelli che portava in grembo, hanno presentato, tramite l'avvocato Salvatore Catania Milluzzo, un esposto alla Procura per accertare "se ci siano state negligenze, o imprudenze, imperizie diagnostiche o terapeutiche dei sanitari che hanno avuto in carico la paziente".

Valentina Milluzzo aveva 32 anni, era al quinto mese di gravidanza e, grazie alla procreazione assistita, sarebbe diventata mamma di due gemelli: un maschietto e una femminuccia. La famiglia ha presentato una dettagliata denuncia e la magistratura ha aperto un'inchiesta affidata al sostituto Fabio Saponara.

Ha accusato forti dolori, nausee, la febbre e le è stata somministrata la Tachipirina. Sabato pomeriggio il trasferimento in sala parto, nella quale sono nati morti i due gemelli. Il giorno dopo e' sopraggiunta la morte della donna.

Dopo la morte in ospedale, i familiari non hanno autorizzato l'autopsia e il corpo di Valentina è stato trasferito a Palagonia dove viveva con la famiglia, per poi rientrare di nuovo all'ospedale Cannizzaro. "Il marito vuole vederci chiaro - dice il penalista - e per tale motivo abbiamo chiesto il sequestro urente della cartella clinica, l' identificazione di eventuali responsabili e implicitamente anche l' autopsia".