Canone Rai in bolletta, incassato "solo" un miliardo di euro

Canone Rai in bolletta, incassato

Rischia di essere un flop il canone Rai riscosso attraverso le bollette elettriche a partire dal luglio scorso. Gli introiti versati nella casse del Tesoro attraverso la prima maxi-rata del canone, inserita nelle bollette della luce di luglio/agosto, non arriva nemmeno a 1 miliardo di euro, come risulta dai dati del Ministero dell'economia nell'aggiornamento del fabbisogno statale. Se consideriamo che l'obiettivo dell'Agenzia delle Entrate era di arrivare a 2 miliardi (500 milioni in piu' rispetto al gettito 2015), e' probabile che l'obiettivo sara' raggiunto o, male che vada, confermata la raccolta dell'anno precedente con qualche cosina in piu'. All'appello, mancano incassi per circa 300 milioni di euro. Il governo, però, continua a sembrare ottimista sul raggiungimento del gettito stimato. E' il caso, ad esempio, degli abitanti delle isole minori, di tutti i contribuenti che non hanno ricevuto l'addebito in bolletta, delle utenze intestate a persone diverse dal contribuente (es.: proprietario di immobile in affitto). Il miliardo di cui parla il Mef, tuttavia, non comprende le bollette di agosto pagate a settembre, ma solo quelle pagate ad agosto. I dati completi dell'Agenzia delle Entrate sono attesi a giorni. Certo, viviamo in Italia e non in Usa, ed e' quasi normale che ci siano le polemiche, le denunce e gli scandali per i soldi che girano intorno alla tv e radio di Stato... ma dobbiamo rassegnarci e lasciare sempre spazio ai furbi di varia tacca che troviamo anche in Rai e nella sua gestione? Per la Cgil i limiti del piano industriale sono nella stima dei 22 milioni di utenti, superiori agli effettivi.

"Se sarà come sembra che stia per accadere, complimenti al Governo e al Parlamento, perché sono riusciti a prendere non pochi evasori che fino ad oggi avevano ignorato il pagamento di questa imposta, visti anche i metodi inurbani, incivili e scarsi che hanno anche utilizzato in questi anni per scovarli", scrive ADUC sul suo sito ufficiale.

Nel 2014, il tasso relativo al Canone RAI è stato del 25%.

Il dato, come detto, è inferiore alle stime contenute nel piano industriale di viale Mazzini che per l'intero 2016 prevedevano un incasso di circa 1,861 miliardi di euro di cui 1,764 miliardi verrebbero poi girati dal Tesoro alla stessa televisione pubblica.