Candreva duro: "Inter, che figuraccia! Giocando così non arriviamo neanche settimi"

Candreva duro:

L'Europa League non sorride all'Inter, la Repubblica Ceca non è terra di conquiste per i nerazzurri che tornano a casa con la seconda sconfitta di fila nel girone europeo. "Non so cosa ci stia succedendo, ha spiegato l'esterno a Radio Deejay". In campionato non siamo partiti benissimo, ma quantomeno abbiamo fatto vedere un bel calcio.

"La partita persa contro lo Sparta Praga è stata un'altra figuraccia. Io pretendo sempre il massimo da me stesso, non sono uno abituato a giocare da 6: voglio sempre migliorarmi e così deve pensare tutta la squadra".

"Giocando come in Europa, non arriviamo neanche tra le prime sette in campionato". E sempre ieri alla ripresa degli allenamenti c'è stato - come riportato da TuttoSport, un lungo e molto accesso confronto tra l'allenatore olandese ed i giocatori: toni molti accesi e qualche parola 'grossa'. "L'obiettivo dovrà essere quello di raggiungere la Champions League".

ICARDI -"Con lui è più facile essere uomo assist? È un attaccante straordinario: è sì merito mio, ma è anche lui bravo a ottimizzare i miei cross". Svolta tattica con la Lazio? Non mi aspettavo di fare tutti questi gol negli ultimi campionati, non avevo mai avuto le caratteristiche del goleador: ero più uno che mandava in gol il compagno... poi ho scoperto che potevo tirare anch'io e che la precisione del calcio era nelle mie corde.