Camorra: confiscati beni per 11 milioni ad un imprenditore vicino ai Casalesi

Maxi-ordinanza di arresto eseguita oggi dal Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli: tra i nove arresti (di cui 3 ai domiciliari), spiccano i nomi dei membri della fazione Zagaria del Clan dei Casalesi Da un comunicato della Guardia di Finanza, si apprende che dalle prime ore della mattina di oggi, il Nucleo della Polizia Tributaria di Napoli e il Nucleo Investigativo della Polizia Penitenziaria stanno eseguendo 9 ordinanze di custodia cautelare. I finanzieri hanno messo i sigilli a diverse società e attività imprenditoriali che la cosca usava per gestire il monopolio nella gestione della distribuzione del pane e di altri prodotti alimentari nel Casertano.

Il sodalizio criminale era dedito, secondo gli inquirenti, all'acquisizione e al controllo di importanti realtà imprednitoriali in diversi Comuni del Casertano (Grazzanise, Cancello e Arnone, Pastorano, Santa Maria Capua Vetere, Sparanise, Teano) e del Napoletano (Giugliano in Campania). Di particolare rilievo il ruolo di due degli arrestati, Nicola Villano, 48 anni, e Pasquale Fontana, 46 anni. Le sue proprietà erano già state sottoposte a sequestro nel luglio 2015, a seguito del provvedimento del tribunale, che aveva accolto una proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione patrimoniale formulata dal direttore della Dia. Morico e Maio si occupavano anche di intrecciare accordi con le fazioni del clan riguardo la ripartizione delle aree di distribuzione dei prodotti da forno e degli utili. Pasquale Fontana si occupava invece di indicare luoghi ed obiettivi commerciali dove agire con massicci investimenti, designando persone come formali gestori della attività a lui riconducibili, con i quali assicurare alla compagine continui e consistenti proventi economici. Quest'ultimo avrebbe pianificato ed organizzato con Gianni Morico il servizio di smistamento del pane sul territorio di Caserta.

Più di un collaboratore di giustizia l'ha descritto come un uomo d'affari organico al clan dei Casalesi, fazione Zagaria, particolarmente attivo nella riscossione di tangenti e nel reinvestimento dei guadagni illeciti.