Calcio: Ronaldinho, Totti uno dei più grandi della storia del calcio italiano

Calcio: Ronaldinho, Totti uno dei più grandi della storia del calcio italiano

"Sono felice di aver fatto la mia parte, ma loro sono di un altro livello".

IL RUOLO DI JUAN JESUS - Di Juan Jesus ha parlato invece Pluto Aldair, che è stato categorico: "L'ho visto giocare a sinistra, ma credo che debba essere impiegato al centro".

Parole di elogio arrivano anche da Gianluca Zambrotta ex difensore dell'aJuventus: "Fin quando avrà la voglia, la passione, non farà fatica ad allenarsi, a fare ritiri e giocare, potrà continuare". L'ex terzino brasiliano sarà in campo questa sera nella partita 'Uniti per la Pace' voluta da Papa Francesco con tanti ex campioni, da Totti a Maradona, da Ronaldinho a Rui Costa. Una carriera dove ha vinto tutto, soprattutto al Barcellona con Messi e Eto'o: "Quel tridente e quello di oggi con Messi, Suarez e Neymar si equivalgono". I giocatori come noi nascono una volta ogni cinquant'anni.

Intervistato da La Repubblica, il Gaucho è tornato a parlare di Milan e l'argomento principale non poteva che essere la cessione del club ai cinesi: "Difficile immaginare un Milan senza Berlusconi. Certo che poi vanno avanti fino a quaranta". Di sicuro è complicato giudicare senza conoscere le situazioni. "Ma ammetto che da giovane ho sempre pensato che sarebbe stato bello poter indossare la maglia numero 10 di Diego". Gerson? Se la Roma ha pagato 19 milioni e' perche' vale quella cifra. È completo, non gli manca niente. "Ma ai giovani brasiliani bisogna dare il tempo di ambientarsi, non è facile cambiare tutto". E ritrovare il suo vecchio amico Inzaghi: "Sono contento che Simone sia l'allenatore della Lazio".

LOTTA SCUDETTO - Infine un parere sulla superiorità della Juventus e la lotta Scudetto: "Le concorrenti sono valide e a me divertono le sorprese: non è detto che i bianconeri vinceranno di nuovo".