Borsa: Europa si indebolisce, Milano in ribsso dello 0,15%

Tra le principali Borse europee chiusa per festività Francoforte, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,51%, nulla di fatto per Parigi, che passa di mano sulla parità. Proprio sul colosso bancario tedesco questa sera sono attese notizie dagli Stati Uniti sulla maxi multa. A fine mattinata a Piazza Affari l'indice Ftse Mib registra 16.301 punti (-0,04%) e l'All Share 17.940 punti (-0,13%). Pesano i ribassi di Mps (-2,88%), del Banco Popolare (-1,71%), di Fineco (-1,16%) e di Bper (-1,24%).

In terreno positivo prosegue Azimut che guadagna il 2,5%. Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,122. Per gli analisti l'azienda ha ampiamente sovraperformato i competitor negli ultimi sei mesi ed ora tratta ad un multiplo Ev/Ebitda fra i più alti.

Tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi positive. Nonostante questo, gli esperti di Banca Akros hanno sottilineato che dopo anni difficili di flessione dei ricavi, Stm è pronta per ottenere i risultati nella divisione Ricerca & Sviluppo. Unicredit avrebbe bisogno di rafforzare il proprio capitale con una operazione di ben 18 miliardi di euro, contro i 15-16 delle indiscrezioni trapelate la settimana scorsa.