Bologna, Donadoni: "Non voglio sentir parlare di emergenza"

Bologna, Donadoni:

In sede di conferenza stampa, la prima domanda ha riguardato proprio le prospettive sulla sfida di domani: "Credo che ci siano le possibilità di far bene e di fare un'ottima prestazione. Lo spirito deve essere questo, la nostra convinzione deve essere questa".

La Lazio non è un avversario semplice da affrontare: "Troveremo una squadra di valore ma dobbiamo concentrarci solo su noi stessi, dobbiamo giocarcela con determinazione".

Motivazioni a parte, il Bologna si presenta a Roma con assenze importanti in ogni reparto: da capitan Gastaldello al bomber Mattia Destro, passando per Dzemaili, Torosidis e Mirante. Floccari sta meglio ma non ha tanti minuti nelle gambe, si farà aiutare dall'esperienza.

"Sono stati 15 giorni in cui si e' lavorato bene anche senza i nazionali, la Lazio ha un valore indiscutibilmente ottimo ma il Bologna non e' inferiore. Ecco, vorrei delle risposte dai ragazzi ma non solo sul campo, anche sul piano verbale, voglio che un giocatore si senta anche da questo punto di vista coinvolto". "Ma per il resto sono contento se i miei giocatori vanno nelle Nazionali, ancor di più se giocano".

A proposito di Nazionale non può mancare il Donadoni-pensiero su Ciro Immobile, l'attaccante del momento: "E' un ottimo giocatore così come lo è Belotti o qualche altro che è nel giro della squadra azzurra". Non eravamo d'accordo sul progetto in generale, ed abbiamo intrapreso strade diverse.

"Stanno acquisendo una convinzione importante, Immobile sta maturando molto da questo punto di vista. Di sicuro è un avversario difficile da affrontare, non bisogna concedergli spazio".