Bergomi fuori dal coro: "Sarri ha ragione, quel campo penalizza il Napoli"

Bergomi fuori dal coro:

Maurizio Sarri commenta con amarezza la sconfitta contro l'Atalanta. Tuttavia, Sarri spiega così la scelta, escludendo questa soluzione in futuro: "No, non mi piace. Non avevo questa sensazione, i riscontri dal punto di vista fisico erano stati di buon livello per quasi tutti i giocatori". Lunedì scorso contro il Crotone si è caricato la squadra sulle proprie larghe spalle e adesso, con il Napoli in casa, ha concesso il prestigioso bis siglando la rete vittoria alla prima palla utile toccata. La nostra crescita deve passare da queste partite per riuscire a portare a casa ugualmente il risultato in queste condizioni: è qui che dobbiamo migliorare. Gli uomini di Sarri tentano di correre ai ripari creando un paio di occasioni per pareggiare: al 22' ci prova Callejon ad impensierire Berisha con un diagonale centrale, mentre al 29', su calcio piazzato dai 25 metri, è Ghoulam a cercare il goal ma ancora una volta il portiere albanese si fa trovare pronto.

La sosta ci restituirà una capolista più lontana ed un treno di 4 squadre ad una distanza, ed in più Sarri dovrà far fronte ad una consueta e malsana abitudine tutta partenopea: riprendere i giochi non al 100% della concentrazione.

Il divario in classifica tra la sua squadra e la Juventus aumenta a quattro lunghezze, ma il tecnico non si sorprende: "La Juve è di un'altra categoria e sta facendo il campionato di una squadra di un'altra categoria". Giampiero Gasperini però può essere soddisfatto dei suoi ragazzi, che hanno interpretato al meglio la partita e hanno messo in campo tutto quello che avevano. "Comunque non voglio più parlare della Juventus".

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho (27′ st Gabbiadini), Hamsik; Callejon (9′ st Mertens), Milik, L. Insigne (34′ st Giaccherini).