Banca Carige, Giuseppe Pericu nel board

Banca Carige, Giuseppe Pericu nel board

Genova - Banca Carige è vicina alla scelta del servicer, il soggetto che si occuperà della due diligence sul portafoglio crediti, primo passo concreto di avvio del processo che porterà alla cessione degli npl, i crediti deteriorati.

Il Cda della Banca Carige ha cooptato quale consigliere di amministrazione della Banca, Giuseppe Pericu, in seguito alle recenti dimissioni rassegnate da Beniamino Anselmi. Pericu, avvocato e professore universitario, e' stato sindaco di Genova eletto col centrosinistra per due mandati, ricoprendo la carica dal 1997 al 2007.

In qualità di servicer, Prelios avrà l'incarico di analizzare il portafoglio dei crediti deteriorati e predisporre il business plan in vista dell'operazione di cartolarizzazione.

Entro il 2017, secondo il piano industriale, dovrebbe seguirne una seconda tranche, per arrivare a un totale di 1,8 miliardi. I nomi sul piatto sono prima di tutti quello di Prelios - a cui si era già rivolta la Popolare di Bari la prima banca ad avere fatto ricorso alla Gacs, la garanzia pubblica sulla cartolarizzazione dei non performing loans, per facilitare il collocamento - e Italfondiario.