Annone Brianza: crolla il ponte, parte lo scaricabarile

Annone Brianza: crolla il ponte, parte lo scaricabarile

Non si spegne l'eco della vicenda del cavalcavia crollato a Lecco, all'altezza di Annone Brianza, che ha portato alla morte del 68enne Claudio Bertini sulla ss36.

Dovrebbe essere riaperto in serata, il tratto della superstrada Milano - Lecco, chiuso dopo il crollo del cavalcavia soprastante sotto il peso di un Tir, che ha provocato una vittima. Ferito l'autista del tir, un uomo di 50 anni.

Il bilancio è drammatico: un morto e cinque feriti, tra questi tre sono bambini, trasferiti in ospedale in codice giallo. Subito dopo il cantoniere, in presenza della Polizia Stradale, ha contattato gli addetti alla mobilità della Provincia di Lecco, responsabile della viabilità sul cavalcavia, e li ha ripetutamente sollecitati alla immediata chiusura della strada provinciale SP49 nel tratto comprendente il cavalcavia, perché poteva esserci un pericolo.

Un utente di Twitter, Alberto Pozzi, probabilmente abituale frequentatore della statale, ha rilevato e segnalato quella che potrebbe essere una delle cause del crollo. La procura, nell'ambito dell'inchiesta sul crollo, compirà accertamenti anche per ricostruire la storia del ponte. La magistratura ha anche disposto il sequestro dell'autoarticolato e dell'intera struttura caduta. E Antonio Chiappani, procuratore capo di Lecco, annuncia un'indagine su 25 viadotti della Lombardia che potrebbero essere a rischio.