Alzheimer: fattori di rischio, sintomi e prevenzione

Tra le regioni più attive c'è l'Emilia Romagna dove le nuove diagnosi superano quota 11mila ogni anno, con una stima complessiva di 74mila persone malate. I costi diretti di assistenza delle persone con Alzheimer ammontano a 11 miliardi di euro annui: il 73% di questa cifra è a carico delle famiglie che spesso assistono i malati a casa.

Appena conclusa la giornata mondiale dedicata all'Alzheimer risulta interessante vedere come in diversi grafici apparsi in studi di questi giorni, l'Alzheimer assume una importanza a livello globale anche in prospettiva.

LEGGI anche: ALZHEIMER: UNA NUOVA TECNICA NON INVASIVA RIPRISTINERÀ LA MEMORIA (SENZA FARMACI)? La malattia è caratterizzata da disturbi di memoria, soprattutto quella recente, difficoltà ad orientarsi nello spazio e nel tempo, disturbi nel linguaggio e possono comparire disturbi dell'umore più o meno gravi. Inoltre chi è malato di Alzheimer lascia gli oggetti in posti molto insoliti ovviamente non ricordando poi in che modo siano finiti lì e non si veste in modo adeguato alla temperatura. A Milano tra le 16,15 e le 18,00 il gruppo di sostegno dell'associazione Gruppo Anchise incontra i familiari di persone affette da Alzheimer per riuscire a parlare nella vita quotidiana (in via Giovanni da Procida 27) mentre domani alle 8,30 si tiene l'incontro La persona con decadimento cognitivo tra scienza, etica e diritti a palazzo Marino. Può capitare che la persona si perda sulle strade che conosce bene e percorre abitualmente; può manifestare paure esagerate o pensare improvvisamente che qualcuno ce l'abbia con lui; di tanto in tanto si può mostrare incapace di svolgere azioni che compie facilmente o, di usare le parole con cui si esprime ogni giorno; può mostrare cambiamenti evidenti e profondi, anche se temporanei, nel carattere e nelle abitudini. Da segnalare a Trieste la Barcolana: alla ormai celebre manifestazione e regata si sensibilizzerà anche sull'Alzheimer, il 1 e 2 ottobre alle ore 10,00, con il 19° Raduno Città di Trieste organizzato da Yacht Club Adriaco per imbarcazioni d'epoca. Il cervello riceve l'ossigeno e le sostanze nutritive necessarie per funzionare normalmente dal sangue, e il cuore è responsabile per il pompaggio del sangue al cervello. Ad esempio chi soffre di Alzheimer non riesce a seguire una conversazione, ripete cose appena dette oppure si blocca all'improvviso. Gli studi hanno collegato un minor numero di anni di istruzione formale, con un aumento del rischio di insorgenza del morbo di Alzheimer e delle altre demenze. Il cinquanta per cento delle lesioni cerebrali traumatiche sono causate da incidenti automobilistici.

Nonostante i progressi della ricerca scientifica, ad oggi non esiste una valida terapia, veramente efficace, per la malattia di Alzheimer. Tra gli errori da evitare, concentrarsi troppo su quello che è il sintomo più frequente e caratteristico, ovvero la perdita di memoria.

L'Alzheimer è infatti causato dall'accumulo di sostanze in grado di bloccare la capacità dei neuroni del cervello di trasmettere quei segnali che regolano la nostra vita. La strada, però, è ancora lunga. Il novanta per cento di ciò che sappiamo circa il morbo di Alzheimer è stato scoperto negli ultimi due decenni.