Alternanza scuola-lavoro, boom dei liceali. "Caduto un muro ideologico"

Alternanza scuola-lavoro, boom dei liceali.

Nel 2014-2015 faceva alternanza il 54% delle scuole; nel 2015-16 il 96%. E con la riforma della buona scuola adesso saranno obbligatorie 300 ore pratiche nel triennio, per le quali il governo ha già investito 100 milioni di risorse. Guardando alle sole classi terze, ha fatto alternanza il 90,6% del totale, 455.062 studenti su 502.275 iscritti.

"Dietro ai pomposi numeri sull'alternanza scuola lavoro, presentati oggi al Ministero dell'Istruzione a consuntivo del primo anno di esperienze lavorative così come previsto dalla Legge sulla Buona Scuola ci sono dei problemi irrisolti che necessitano di un celere intervento". I percorsi di alternanza attivi sono passati da 11.585 a 29.437 (+154%). Soprattutto in imprese (36,1% dei casi), a scuola con l'impresa simulata o svolgendo attività interne, ad esempio nelle biblioteche (12,4%), nelle Pubbliche Amministrazioni (8,5%), nel settore No Profit (7,6%) e per la restante percentuale in studi professionali, ordini, associazioni di categoria.

L'obiettivo per il secondo anno dell'obbligo?

Il programma lanciato oggi ha lo scopo di raccontare l'alternanza attraverso esperienze di alta qualità.

Protom, realtà leader a livello europeo nei servizi avanzati di ingegneria e consulenza per lo sviluppo di progetti e soluzioni ad alto grado di innovazione, fondata da Fabio De Felice e con oltre vent'anni di esperienza nelmondo della formazione, si conferma capace di saper cogliere gli approcci formativi più innovativi e si candida ad essere apripista nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro. Sul sito dedicato all'alternanza (www.istruzione.it/alternanza) sono presenti le schede di singoli progetti. Entro la fine dell'anno sarà pronta la Carta dei Diritti e dei Doveri degli Studenti in alternanza e nelle prossime settimane sarà attivata la Cabina di Regia Miur-Lavor per un maggiore coordinamento sui temi dell'alternanza e dell'apprendistato. A disposizione delle scuole c'è poi il registro nazionale dell'alternanza scuola-lavoro, una piattaforma sviluppata da Unioncamere che per ora raccoglie 500 organizzazioni.

"Siamo davvero orgogliosi di essere tra i Campioni Nazionali dell'Alternanza Scuola Lavoro insieme a tante altre aziende importanti e di poter contribuire a una sfida di sistema per il nostro Paese - dice Fabio Benasso, Presidente e Amministratore Delegato di Accenture Italia - Attrarre e coltivare i migliori talenti sono elementi chiave della nostra quotidianità, è la nostra vocazione ed è alla base del nostro modello di business".