Venezia, "The Young Pope": il Papa è "perfetto" ma senza cuore

Venezia,

Il processo di scrittura di una serie lunga dieci ore è una novità per Sorrentino, che si è avvalso della collaborazione di Stefano Rulli, Umberto Contarello e Tony Grisoni. Lui è il cardinale manager, la mano che guida il Vaticano (ha tre cellulari ognuno con una cover diversa che ritrae gli attaccanti del Napoli), quello che con una mossa politica clamorosa ha fatto eleggere questo papa.

La serie andrà in onda in prima Tv su Sky Atlantic in 5 Paesi: in Italia dal 21 Ottobre, nel Regno Unito dal 27 Ottobre, in Germania, Irlanda e Austria da fine ottobre e in Francia su Canal + da fine ottobre.

Avrà successo, ne siamo più che sicuri, perché un Papa così non può non piacere. Mentre Sorrentino, giocando pur sapientemente sull'equilibrio dei contrasti, ancora sbeffeggia i cardinali come corrotti e corruttori, dimenticando che la Chiesa nasce sulle spalle di chi per primo e per tre volte ha tradito Cristo. Nel frattempo è stato diffuso anche il trailer ufficiale. Un essere al di sopra delle regole che non segue copioni, che anche durante la sua prima (vera) omelia in Piazza San Pietro si affida all'improvvisazione, risponde con piglio deciso ai fedeli urlanti, come un novello Keith Jarrett chino sul pianoforte del palco di Köln, a inventare melodie universali per la sua platea. "Mi spaventava intepretare il papa; più il suo titolo probabilmente, il ruolo". Ma è un paragone che esiste più nelle nostre teste che nella serie, che è molto di più e molto originale quindi poco identificabile. Conoscevo il suo linguaggio visivo splendido, la cura nei dettagli, è stata una grande gioia trovarmi nel mezzo della sua composizione.

Riguardo alle reazioni che si aspetta dal Vaticano, lo sceneggiatore, regista e showrunner non ha dubbi.

Jude Law interpreta Belardo con irriverente cinismo e sembra divertirsi un mondo con il suo personaggio, un po' sociopatico, un po' bambino orfano ferito nel profondo. "Come si cerca la fede e come la si perde". "Lo ritengo nel profondo un uomo onesto, ammiro come possa essere contraddittorio, dire una cosa e pochi minuti dopo l'esatto contrario e credere assolutamente ad entrambe le cose".