Vendemmia 2016, calo in Campania ma qualità buona

Vendemmia 2016, calo in Campania ma qualità buona

In Sicilia la vendemmia 2016 subirà una riduzione del 15% e la produzione di vino si attesterà su circa 4,71 milioni di ettolitri. Tendenza confermata dai Punti di Campagna Amica, la rete promossa da Coldiretti, che hanno puntato sul nettare di Bacco animando con degustazioni e iniziative dedicate, mercati e spacci diffusi su tutto il territorio regionale. È quanto afferma Coldiretti sulla base delle previsioni Ismea, sottolineando che molto dipenderà proprio dall'andamento di settembre, ma le condizioni attuali fanno ben sperare per una annata di buona qualità.

Secondo l'Istituto marchigiano di tutela vini la fertilità delle gemme è stata leggermente sopra la media storica per quasi tutti i vitigni. Primato che dovrebbe confermare anche quest'anno con 48,5 milioni di ettolitri, rispetto ai 42,9 della Francia (che dovrebbe registrare, rispetto all'anno scorso, un calo del 10 per cento della produzione) e ai 42/43 della Spagna. In aumento le superfici bio, scelta rivolta ad un mercato sempre più attento ad un certo stile di vita valutato positivamente anche dalle nuove generazioni che hanno investito in questo settore sfruttando le misure previste dal Programma di Sviluppo Rurale. Nello spazio di un paio d'anni gli ettari coltivati a uva secondo il metodo biologico sono praticamente triplicati, passando da 1.100 ha a 3.800 ha, quasi un quarto dell'intera superficie vitata regionale. Quasi l'80% delle uve raccolte viene utilizzato per la produzione di vini Doc e Docg e bio.