Vaccino contro il papilloma virus anche per gli uomini

Vaccino contro il papilloma virus anche per gli uomini

L'annuncio è stato dato al congresso torinese dello European College for the Study of Vulval Disease, società medica che coinvolge ginecologi, patologi, urologi, dermatologi, chirurgi plastici, spiega Noemi Penna su La Stampa. Il vaccino arriverà in Italia nei prossimi mesi, una prevenzione che consentirà di contrastare il 94 per cento dei casi di tumori correlati al virus e per la prima volta sarà proposto anche alla popolazione maschile. Il vaccino protegge contro ben 9 diversi tipi di tumore che potrebbero essere causati da questo virus.

Dal 2017 anche gli uomini, già a partire dai 9 anni, potranno vaccinarsi gratuitamente contro il papilloma virus, una delle malattie sessualmente trasmissibili più comune Il vaccino permetterà di prevenire i tumori del cavo orale e degli organi genitali. Fino ad oggi infatti la vaccinazione contro l'HPV (questa la sigla che sta ad indicare questo tipo di virus) era indirizzato solo alle bambine in età dello sviluppo, attorno ai 12 anni (facoltativo anche in questo caso).

Fino a dicembre chi vuole sottoporsi al vaccino paga una quota di 36 euro, mentre da gennaio, ha dichiarato Bogliatto, "sarà inserito nel piano vaccinale e quindi totalmente a carico del servizio sanitario". "La vaccinazione non ha effetti collaterali che possano preoccupare e permette di ridurre l'incidenza di tutte le neoplasie correlate all'infezione da Hpv", ha dichiarato Fabrizio Bogliatto presidente di Ecsvd, ginecologo dell'Asl torino 4.

Questa decisione è stata presa perchè il vaccino e, conseguentemente, una prevenzione a lungo termine, conduce ad un grande risparmio per la sanità.

Per chi non lo sapesse l' HPV è un virus presente nel 30 40% di uomini e donne e secondo gli ultimi dati diffusi dagli esperti, pare che 3 persone su 10 in età fertile lo hanno contratto, ma per fortuna si evolve in tumore solo in rari casi.

Al congresso partecipano oltre 200 medici provenienti da 26 Paesi, tre giorni di lavoro con lo scopo di confrontarsi sugli ultimi studi clinici e chirurgici per il benessere femminile e non solo.