Una mela per la sclerosi multipla

Una mela per la sclerosi multipla

In 5000 piazze di tutta Italia i volontari distribuiranno confezioni di mele l'1, 2 e 4 ottobre.

Valdichiana: Coop di Castiglion Fiorentino 1 ottobre; Coop di Foiano 1 ottobre; Coop di Monte San Savino 1 ottobre; Coop di Camucia 1 ottobre; Cortona, piazza del Comune, 1, 2 e 4 ottobre; Camucia, piazza Pertini, 1, 2 e 4 ottobre. Sarà di 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre allo stesso numero 45502 da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali. I fondi ricavati con l'sms solidale andranno a sostenere un progetto di ricerca sulla Sm pediatrica. 3 milioni di mele verranno distribuite in 5 mila piazze italiane per sostenere progetti di ricerca scientifica sulla sclerosi multipla, convegni informativi, collane editoriali studiate per risponderea quesiti e problemi che si presentano nella vita quotidiana, sociale, sanitaria e lavorativa di ogni giovane che si trova a convivere con la sclerosi multipla. Sono 3.400 nuove diagnosi l'anno di sclerosi multipla: 1 ogni 3 ore.

La sezione provinciale AISM di Rieti, nei giorni suddetti coordinerà la distribuzione dei sacchetti di mele in tutta la provincia di Rieti, dove si segnalano numerosi casi di persone affette da Sclerosi Multipla. Tantissime le persone con SM nel nostro Paese; l'Italia è a rischio medio-alto con pesanti costi per il SSN: di quasi 5 miliardi di euro l'anno è il costo sociale della malattia.

Sono i numeri della sclerosi multipla tratti dal Barometro 2016 di AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla, che rilevano una fotografia assolutamente nuova della Sclerosi Multipla, cronica, imprevedibile e spesso invalidante, prima causa di invalità tra i giovani dopo gli incidenti stradali.

Con queste iniziative l'AISM non solo contribuisce alla ricerca scientifica, ma si dedica a potenziare i servizi a favore delle persone colpite dalla sclerosi, per la maggior parte giovani tra i 20 e 40 anni. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. I volontari forniranno informazioni sulle attività dell'associazione, sulla sclerosi multipla e sul valore del volontariato concretizzando l'opportunità di diventare volontario in Aism. Dal 1987 a oggi Aism attraverso FISM ha finanziato 374 giovani ricercatori e il 76% continua a svolgere studi sulla sclerosi multipla.