Telecom, Cattaneo: conti ok, piano in vista

Telecom, Cattaneo: conti ok, piano in vista

Acquisti su Telecom Italia nel primo pomeriggio: l'azione segna un rialzo dell'1,29% a 82,4 centesimi dopo l'annuncio del via libera condizionato della Commissione Ue alla fusione Wind/3 Italia che porterà in Italia il francese Iliad come quarto operatore.

Ottimismo è stato espresso per il trimestre in corso che, a detta di Cattaneo, sarà ampiamente soddisfacente per gli azionisti di Telecom Italia. "Lavoriamo - ha sottolineato Cattaneo - per migliorare tutto, non solo il conto economico, ma se migliora tutto migliora anche il conto economico". Un pacchetto che potrebbe essere fruibile tramite l'utilizzo di un solo decoder, TimVision, dispositivo basato sul sistema operativo Android e che TIM punta a potenziare per accogliere tutti i contenuti destinati alla famiglia. Sono questi gli elementi distintivi attraverso i quali Tim punta ad accelerare sulla top line e che passano per investimenti di oltre 4,5 miliardi di euro dedicati allo sviluppo della fibra ottica e del 4G nel triennio 2016-2018. Ecco perché con questi nuovi servizi TIM punta a ricominciare a esercitare "una pressione commerciale" sui concorrenti. "Non possiamo dissipare denaro". Per i clienti che hanno già l'ADSL 7 Mega, Tim prevede l'upgrade alla massima velocità consentita da questa tecnologia, gratuitamente fino a giugno 2017.

Un ulteriore elemento distintivo è rappresentato dalla nuova offerta "Tim Smart TV" che, grazie ad una partnership con Samsung, consentirà ai clienti di acquistare, dalle prossime settimane, una Smart TV Samsung Full HD di gamma 2016 con il cinema e le serie TV di Premium Online inclusi per sei mesi. "Oggi la nuova notizia - ha commentato Cattaneo - è che invece di essere in quattro siamo in tre". "Cerchiamo di offrire contenuti sempre più elevati ai nostri clienti", ha spiegato l'ad Flavio Cattaneo in conferenza stampa. "Ci interessa tutto ciò che usa fibra e telefonia mobile". Per le imprese, Tim introdurrà la prima offerta ricaricabile business europea, utilizzabile in tutti i 28 Stati membri dell'Ue.