Tavecchio, serve Serie A a 18 squadre

Tavecchio, serve Serie A a 18 squadre

SIMPATIA PER L'INTER - "Ho sempre avuto una simpatia per l'Inter, ma sono contento perché il campionato ridiventa interessante". Mi sono divertito, avevo l'appuntamento con Ventura e ci siamo trovati lì.

Carlo Tavecchio, presidente della Federcalcio, ha rilasciato un'intervista a Radio Anch'io Sport.

"La serie A, come le altre componenti professionistiche, devono avere un ritocco numerico". Per Tavecchio "non si possono avere 102 società professionistiche e questo rientra nell'idea che ho da tempo e che devo mettere faticosamente insieme per arrivare alla riduzione del numero delle squadre che porterebbe un aumento dei tifosi".

"Ultimatum? E' una battuta per dire che tirero' le somme". Anche se non subito: "Ridurre le squadre di Serie A da 20 a 18 porterebbe un incremento del tasso tecnico del campionato e porterebbe nuovo interesse e più pubblico, perché quando c'è lo spettacolo, la gente arriva: lo dimostra anche il record di pubblico di ieri a San Siro". "Il tutto chiaramente non può essere modificato in un anno, ma serve un piano quadriennale o quinquennale, in modo da riportare il calcio dilettantistico e professionistico al proprio posto". Quale e' il numero ideale per la serie A?

Le decisioni in merito al format del campionato sono prese dal Consiglio Federale, composto da 19 membri eletti dalla Lega Dilettanti (6 membri), dalla Lega Serie A (3), Lega Serie B (1), Lega Pro (3), più quattro atleti e due tecnici.