Superbike, GP Germania gara1: Davies trionfa su Sykes e Hayden. Out Rea

Superbike, GP Germania gara1: Davies trionfa su Sykes e Hayden. Out Rea

Il pilota Ducati infatti non solo ha vinto con oltre dieci secondi di vantaggio sul traguardo rispetto al suo diretto inseguitore Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), ma ha ottenuto anche il Best Lap, tutto questo dopo aver ottenuto nella mattinata la pole position.

Sul circuito tedesco è stata disputata la prima manche del decimo round del MOTUL FIM Superbike World Championship e Chaz Davies (Aruba.it Racing-Ducati) è stato il protagonista assoluto.

"Davies e Sykes approfittano dello strappo su Rea per provare a scappare via, ma quello che ha più chance di fuga è proprio Davies che alla fine del primo giro rifila 1" a Tom Sykes. Bel risultato per il rookie, che si tiene dietro anche i piloti più esperti. Fuori dai giochi anche Lorenzo Savadori, caduto dopo un'ottima partenza quando era virtualmente sul terzo gradino del podio. Il gallese della Ducati ha dominato dal semaforo alla bandiera a scacchi, con una grande partenza che gli ha permesso di stare davanti a tutti da subito. In pochi giri Davies è letteralmente sparito dalla visuale del suo diretto inseguitore, Sykes, a lungo tallonato da Rea, che all'inizio della corsa sembrava avere risolto tutti i suoi problemi. Arrivo in tandem, invece, per Jordi Torres e Leon Camier, rispettivamente quarto e quinto al traguardo, in lotta per la quarta posizione e in netta crescita in gara. Dopo il ritiro in Gara 2 a Laguna Seca a causa di un problema meccanico, è ancora la moto a tradire il Campione in carica, che non riesce ad inserire la marcia e lascia per strada altri 16 punti iridati mentre era terzo e in avvicinamento al compagno di squadra Tom Sykes, che in sole due gare gli recupera ben 45 punti iridati.

DELUSIONI PER GIUGLIANO E DE ANGELIS - Lontanissimi dalla vetta Giugliano e De Angelis, in evidente difficoltà sull'asfalto sconnesso del Lausitzring.

Viste le condizioni della pista ci si aspettava di più da Davide Giugliano che invece prenderà il via dalla terza fila assieme a Camier e a Guintoli, con quest'ultimo che sperava in una pista bagnata considerando le sue doti "anfibie" sotto la pioggia.

Il colpo di scena avviene a metà gara: Jonathan Rea cade in curva 8, perdendo la terza posizione. Battaglia tra Sykes e Hayden per la seconda piazza del podio con un netto rientro dell'americano negli ultimi giri che, però, non è riuscito a concretizzare. Sul podio anche il bravo Nicky Hayden, che precede lo spagnolo Torres con la Bmw e Leon Camier con la MV, che lo ha insidiato fino al termine della corsa.