Strage di Viareggio, depositate le richieste di condanna

Strage di Viareggio, depositate le richieste di condanna

Sedici anni a Mauro Moretti, ad di Fs e ora di Leonardo-Finmeccanica: questa la richiesta di condanna avanzata dai pm nel processo per la strage di Viareggio quella in cui il 29 giugno 2009, persero la vita 32 persone a causa dello scoppio di un treno che transitava presso la stazione viareggina. I capi di imputazione sono incendio colposo, omicidio e lesioni plurime colpose, disastro ferroviario. Per Michele Mario Elia (ex ad di Rete Ferroviaria Italiana e poi ad di Fs) invece, sono stati richiesti 15 anni. E ancora: 9 anni a Peter Linowski, resposabile sistema manutenzione Gatx Rail; 8 anni a Emilio Maestrini, ex responsabile direzione ingegneria, sicurezza e qualità di sistema di Trenitalia; 10 anni per Johannes Mansbart, amministratore delegato a Gatx Rail Austria; 13 anni per Giulio Margarita, ex direttore Sistema gestione sicurezza circolazione treni ed esercizio ferroviario della Direzione tecnica di Rfi; 9 anni per Enzo Marzilli, responsabile struttura direzione norme, standard, sviluppo e omologazione Rfi; 8 anni e tre mesi per Roman Mayer, responsabile manutenzione flotta carri merci Gatx Rail Austria.

"E' stato sia ad di Rfi che di Fsi".

Marco Piagentini (Un mondo che vorrei) ai nostri microfoni commenta le richieste di condanna: "Noi familiari ce l'aspettavamo dopo oltre sette anni di udienze, dopo l'enorme lavoro portato vanti dalla procura". Assoluzione invece per Cima Riparazione.

Chiesta la condanna, con sanzioni da un milione di euro, anche per le officine Jugenthal Waggon Hannover, dove fu fatta la manutenzione dell'asse del vagone che si spezzò, e Gatx Rail Germania. Per Gatx Rail Austria, detentrice del carro deragliato, i pm chiedono una sanzione pecuniaria di un milione di euro. La stessa cifra è stata chiesta per la Jungenthal di Hannove e Gatx Rail Germania.