Strada spianata per una nuova Doc. Nascerà il Pinot grigio delle Venezie

I rappresentanti delle categorie dei produttori del Nordest e le tre regioni interessate (Veneto, Friuli e Trentino), si sono confrontati sulla proposta e nessuno si è opposto.

A Verona, nella sede di Veronafiere, si è svolta l'apposita riunione di pubblico accertamento convocata dal Ministro dell'agricoltura: ai partecipanti è stato presentato il testo del disciplinare di produzione della DOC "delle Venezie".

La nuova "fascetta" dovrebbe prendere il posto sostanzialmente dell'attuale Igt (indicazione geografica tipica) ed è stata promossa da un'associazione temporanea di imprese formata il 21 febbraio 2016 dai produttori delle tre regioni.

Sono 20.275 gli ettari di vigneti coltivati a Pinot grigio: 11.511 si trovano in Veneto, 6.005 in Friuli Venezia Giulia e 2.760 in Trentino Alto Adige. Una serie di attributi che la Doc più grande d'Italia (assieme a quella del Prosecco) con una quota di export pari a due terzi della produzione, si meritava. Cambierà nome: da "delle Venezie" a "Trevenezie".

La produzione del Pinot grigio "Delle Venezie", equivale a un valore di oltre 230 milioni di bottiglie.