Stipendi Pa: ecco chi guadagna di più

Stipendi Pa: ecco chi guadagna di più

"L'ammontare degli stipendi dei presidi - ha concluso il leader dell'Anp - è enormemente più basso pur avendo le stesse responsabilità dei dirigenti della P.a. e spesso maggiori carichi di lavoro".

Il blocco degli stipendi della pubblica amministrazione (che dal 2010 è già costato in termini di retribuzioni 600 euro) ha fatto male soprattutto al personale scolatisco.

Guardando in cima alla classifica si trovano i dirigenti di prima fascia dell'Agenzia delle Entrate, che guadagnano 220mila euro annui. In particolare ad avere la peggio sono i dipendenti amministrativi, tecnici e ausiliari ossia il cosiddetto personale Ata che che percepiscono uno stipendio annuo di 22mila euro, circa 10 volte meno dei dirigenti di prima fascia. Agli antipodi della classifica (stilata dall'Aran sulle retribuzioni degli statali sulla base dei dati 2014 della Ragioneria Generale dello Stato) ci sono i lavoratori della scuola, i meno pagati di tutti. Segue il personale non dirigente di Palazzo Chigi (49 mila) mentre gli impiegati di Regioni, Comuni e ministeri si fermano a 28 mila.

"Tra l'altro - ha continuato - 63 mila euro di stipendio l'anno è la cifra che percepisce orientativamente la mia generazione ma i presidi vincitori degli ultimi concorsi hanno stipendi mediamente sui 55 mila euro annui lordi".

I VIGILI DEL FUOCO SONO I MENO PAGATI - Tra le forze dell'ordine, considerando i dipendenti che non svolgono ruoli dirigenziali, troviamo i vigili del fuoco con poco più di 31mila euro, le forze armate appena sopra i 35mila e i corpi di polizia con 38mila. Per quanto riguarda i professori universitari, il loro stipendio medio è di quasi 71mila.

L'Aran, agenzia che rappresenta l'esecutivo nei negoziati, specifica che le retribuzioni medie sono calcolate per il solo personale a tempo indeterminato. E bisogna anche considerare che l'alta dirigenza è fatta in tutto da poche centinaia di teste.