Sisma, scossa magnitudo 3.2 ad Arquata

Sisma, scossa magnitudo 3.2 ad Arquata

In precedenza, alle 22,52, una scossa di 3,2 gradi Richter è stata registrata tra Castel Sant'Angelo sul Nera e Arquata del Tronto, già distrutta dalla scossa di magnitudo 6 del 24 agosto scorso. Due nuove scosse di terremoto sono state avvertite questa mattina nell'area di Ascoli Piceno.

La seconda scossa (3.3, 13 chilometri di profondità) si è verificata alle 2.04 tra Lazio, Marche e Umbria, con epicentro a sei chilometri da Accumoli e dieci da Arquata del Tronto e Norcia.

Anas comunica che sulla strada statale 4 'Salaria' è provvisoriamente chiuso il tratto in corrispondenza del km 158,000 in località Quintodecimo, nel comune di Acquasanta Terme in provincia di Ascoli Piceno, a causa della caduta massi sul piano viabile dopo le forti piogge.

Intanto dalla giornata di oggi ottanta squadre di tecnici inizieranno le verifiche di agibilità degli edifici privati lesionati dal sisma, mentre ad Amatrice arriverà il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni per verificare se è possibile utilizzare i moduli abitativi di Expo per accogliere gli sfollati del terremoto.

Al momento la statale è chiusa sia in direzione Rieti sia in direzione Ascoli, per consentire ai Vigili del fuoco di ripristinare la viabilità. L'altro grande fronte riguarda le macerie. E mentre il premier stima la durata, gli esperti si sbilanciano sulla spesa: un'operazione del genere che si vuole fare con Casa Italia, potrà costare dai 100 ai 300 miliardi di euro.