Siria: salta l'accordo per il cessate il fuoco. Ancora tensioni Usa-Russia

Siria: salta l'accordo per il cessate il fuoco. Ancora tensioni Usa-Russia

Ottanta persone, tra le quali molti bambini, sono state uccise in decine di raid aerei governativi oggi su Aleppo e sulla sua provincia, secondo la televisione panaraba Al Jazira. Di questi ultimi, 163 minori e 90 donne.

Aleppo, 24 set. (askanews) - Proseguono i pesanti bombardamenti degli aerei siriani e russi sulla città di Aleppo. L'inizio dei raid e' stato annunciato nella notte dal Comando delle operazioni militari ad Aleppo, che ha chiesto ai civili di mantenersi lontani dalle posizioni dei "gruppi terroristi". "Quaranta camion sono fermi al confine turco-siriano". Solo qualche ora fa era stato l'Osservatorio nazionale per i diritti umani a rivelare che in due anni di raid in Siria sono morte più di seimila persone, tra cui 5 mila jihadisti e 611 civili.

Nella mattinata della giornata odierna sono ripresi i bombardamenti di Damasco e Russia sulla parte della città di Aleppo controllata dai ribelli. L'inviato speciale dell'Onu per la Siria, Staffan de Mistura, ha parlato di una riunione "lunga, dolorosa e deludente". La decisione di convocare una nuova riunione del gruppo di sostegno per la Siria non c'è, secondo il diplomatico, ma i ministri si potrebbero riunire, se Mosca e Washington troverannno una formula per l'attuazione dell'accordo del 9 settembre, per una tregua. I lavori continuano in queste ore ed è atteso un nuovo faccia a faccia tra il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, e il segretario di Stato Usa, John Kerry. Nei raid della Coalizione sono stati uccisi anche 90 soldati governativi siriani, morti tutti nell'attacco di sabato scorso nell'est del Paese. Gli Usa hanno ammesso l'errore. Colpiti diversi edifici civili e la protezione civile locale denuncia il bombardamento e la distruzione di tre dei quattro centri dell'organizzazione. "Non è successo niente", ha detto allontanandosi, ricordando che "è fondamentale una soluzione politica", ma che allo stesso tempo non è possibile concedere spazio a Isis e al fronte al Nusra a causa della assenza di un cessate il fuoco.