Siria: Ban attacca Assad, nessuno ha fatto più morti

Siria: Ban attacca Assad, nessuno ha fatto più morti

Contattato da Beirut, Krzysiek ha smentito le notizie diffuse su alcuni media arabi secondo cui il Cicr avrebbe sospeso l'invio di aiuti, come invece deciso oggi dall'Onu dopo i raid aerei di questa notte contro convogli umanitari nella regione di Aleppo. Ricordando che "negli ultimi 25 anni il numero di persone che vive in povertà estrema è stato tagliato da quasi il 40% a sotto il 10% dell'umanità", Obama ha però chiesto a capi di stato e di governo che "si faccia di più affinchè l'economia globale funzioni meglio per tutti, non solo quelli in cima" alla scala sociale perchè "un mondo in cui l'1% dell'umanità controlla la ricchezza del restante 99% non sarà mai stabile".

Il cessate il fuoco in Siria non è morto, aveva detto in precedenza John Kerry a margine della riunione del Gruppo Internazionale di Supporto sulla Siria (Issg), al Lotte New York Palace ha detto il segretario di stato americano, che in occasione della riunione, ha incontrato in un bilaterale il collega russo Serghiei Lavrov. Lo ha detto a New York il premier Matteo Renzi. Il segretario generale delle Nazioni Unite ha evidenziato, inoltre, come nella sala dell'Assemblea fossero presenti i funzionari dei governi che hanno "facilitato, finanziato o partecipato alle atrocità commesse da tutte le parti in conflitto". Russia e Siria, prime imputate, hanno subito respinto ogni accusa. E a pesare sono anche i toni sempre più accesi proprio tra Mosca e Washington, specie dopo il bombardamento della Coalizione internazionale a guida americana che sabato ha ucciso decine di soldati siriani in una base a Deyr az Zor. E' il duro attacco che il segretario generale dell'Onu, Ban Ki Moon, ha rivolto al presidente siriano Bashar al Assad durante il discorso in apertura dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. "Al momento non abbiamo una visione completa di quello che è successo, ma abbiamo preso la decisione di sospendere tutte le operazioni umanitarie dei convogli sul terreno", ha spiegato un portavoce in una nota. La Croce Rossa Internazionale ha confermato il bombardamento, senza indicare responsabili, e ha fornito un bilancio aggravato, una ventina di civili, oltre a un impiegato della Mezzaluna Rossa siriana. Fonti militari citate dall'agenzia Sana hanno riferito che l'esercito ha risposto a un attacco di "organizzazioni terroristriche" a sud-ovest di Aleppo.