Sanità: Renzi, tagliato anche troppo

Sanità: Renzi, tagliato anche troppo

"Sulla sanità è evidente che si è tagliato anche troppo": lo ha detto il presidente del Consiglio Renzi, in visita all'ospedale San Raffaele di Milano.

"L'Italia deve smetterla con i tagli lineari. È finito il tempo dei tagli in sanità ma dobbiamo gestire meglio in tema dei costi standard".

Il premier, durante l'incontro, ha spiegato ai medici, al personale della struttura e agli studenti del San Raffaele che "la nostra spesa per la sanità sul Pil non è più alta degli altri Paesi" e che qualche anno fa il Fondo sanitario nazionale era di 106 miliardi mentre ora è diminuito scendendo a 112 miliardi. Insomma il Paese ha "molti difetti, ce li raccontiamo tutti i giorni ed è giusto perchè dobbiamo cambiare, ma dobbiamo ricordare che c'è un Paese che in questo settore è tra i più forti al mondo". Quando c'è un problema, non si può mettere la polvere sotto il tappeto. "L'Italia invece può giocare la Champions perchè siamo secondi al mondo per longevità e abbiamo eccellenze del capitale umano che dobbiamo valorizzare di più, uscendo dalla retorica dei cervelli in fuga". Questa partita va giocata a livello internazionale, altrimenti ci si ridurrà a giocare un campionato di Serie B. Nel settore della sanità, dell'innovazione e nella ricerca, l'Italia ha una qualità dell'umanità con pochi paragoni al mondo.

Il presidente del Consiglio continuerà la sua giornata milanese con la visita alla Triennale di una mostra allestita per i 110 anni del gruppo Salini-Impregilo.