Rosetta muore sulla sua cometa alle 13:20, foto spettacolari

Rosetta muore sulla sua cometa alle 13:20, foto spettacolari

Viaggiando "sempre più lontano dal Sole come non mai prima, ed affrontando una significativa riduzione dell'energia solare, che è necessaria affinché sia operativa, il destino di Rosetta è fissato: seguirà Philae sulla superficie della cometa" aggiungono. Dal momento che non c'era la ragionevole certezza che la sonda potesse sopravvivere al gelo dello spazio profondo per poi potersi risvegliare tra qualche anno, nel prossimo avvicinamento della cometa (che ha un'orbita di 6 anni) si è preferita una soluzione diversa.

Fine della corsa: la missione storica di Rosetta, la prima che ha portato qualcosa di umano su una cometa con il suo robottino Philae, si è conclusa con un "impatto controllato" che gli scienziati dell'European Space Agency avevano studiato nel dettaglio negli ultimi due anni.

Tante le attese del mondo scientifico, anche per le foto della cometa che Rosetta invierà durante la discesa: "Non saranno molto spettacolari, ma riprenderanno la superficie della cometa con un'altissima risoluzione". "Quando si vola molto vicino alla superficie della cometa il rischio più grande è di avere problemi nella navigazione, ovvero prevedere dove si troverà effettivamente Rosetta rispetto alla cometa". La sonda, lanciata dall'Agenzia spaziale europea (ESA) nel 2004, è da ieri in caduta libera verso il corpo celeste.

Gli ultimi minuti della missione sono stati seguiti in silenzio e il momento dell'atterraggio, nel quale Rosetta è diventata improvvisamente silenziosa, è stato accompagnato da un debole applauso. "Ha effettuato 12 tipi di ricerche biochimiche per capire se l'origine della vita ha davvero a che fare con le comete". Gli strumenti di Philae hanno comunque potuto svolgere il loro lavoro di indagine, tranne la trivella concepita al Politecnico di Milano sotto la guida di Amalia Ercoli Finzi e realizzata da Leonardo.

L'Agenzia spaziale europea (Esa) lo ha definito il gran finale.

"Siamo pronti per l'impatto finale sulla cometa", ha osservato sul sito dell'Esa il direttore delle operazioni spaziali della missione, Paolo Ferri. Diretta dal Centro europeo Operazioni Spaziali a Darmstadt (Germania), Rosetta terminera' la sua missione con un evento, che, e' il caso di definire, "interplanetario", atterrando sulla superficie della cometa intorno alla quale e' in orbita da ormai piu' di due anni.