Roma: via del Colosseo, sgomberate famiglie difese da Casapound

Roma: via del Colosseo, sgomberate famiglie difese da Casapound

Simone Di Stefano, vicepresidente di Casapound, e altre 16 persone sono state arrestate dagli agenti della polizia di Roma Capitale nel corso dello sgombero di due famiglie in stato di indigenza in via del Colosseo 73 a Roma. I militanti di Casapound hanno polemizzato contro "la violenza con cui è avvenuto lo sgombero nei confronti di due famiglie, entrambe in disagio sociale e residenti nello stabile sgomberato da 30 anni". Ed è proprio Casa Pound a diffondere la notizia, e i militanti, i quali hanno organizzato una protesta sotto al Campidoglio: "due famiglie italiane senza reddito e con disabili". Il Comune meno di un mese fa li aveva convinti a lasciare l'appartamento promettendo una sistemazione in un residence poi risultata falsa e le famiglie sono state costrette a rioccupare.

All'operazione di sgombero hanno partecipato circa 60 agenti, appartenenti ai gruppi Spe (Sicurezza pubblica emergenziale) e al nucleo delle Politiche abitative. "Nello stabile - si legge nel comunicato stampa della municipale - erano presenti numerose persone che hanno ostacolato l'intervento degli agenti dapprima dalle finestre, gettando in strada masserizie e suppellettili e lanciando verso gli operanti farina, olio, uova, conserve di pomodori e altri materiali". Sono stati registrati numerosi danneggiamenti: "gli occupanti avevano distrutto la scala di accesso al terrazzo ed è stato richiesto l'intervento dei vigili del fuoco per poterlo raggiungere". Gli arresti sono stati eseguiti per resistenza, danneggiamenti e lesioni. Per entrare nello stabile e' stato necessario superare le barriere erette per impedire l'accesso alla tromba delle scale. Al termine delle operazioni alcuni agenti hanno avuto bisogno di essere medicati presso l'ospedale. "Raggi la smetta di parlare di Olimpiadi e si occupi dei problemi della città".

"Laura, la famiglia di Massimo e tutti i militanti di CasaPound che li stanno sostenendo nella loro battaglia di giustizia sono ora in Campidoglio". Hanno malmenato uno degli occupanti, Massimo, e lo hanno arrestato, come si vede dai video che abbiamo girato.