Roma, Totti sui suoi 40 anni: "Fui vicino al Real Madrid"

Roma, Totti sui suoi 40 anni:

Tra poco entreranno nella botte vecchia (del buon calcio), a fare compagnia a Totti, Maurizio Pugliesi, portiere dell'Empoli, che compirà 40 anni il prossimo 27 dicembre, Antonio Di Natale, attaccante dell'Udinese, Albano Bizzarri, portiere del Pescara, e Christian Abbiati, portiere del Milan, che il prossimo anno compiranno 40 anni. Francesco Totti è Roma, e Roma è Francesco Totti. "Sono felice di averlo conosciuto di persona, poi come calciatore è stato anche lui un campione". Quest'ultimo dunque avrà un motivo in più per festeggiare i 40 anni nel castello di Tor Crescenza.

Dalla Lodigiani al tetto del mondo: l'esordio di Totti con la maglia della Roma risale al 28 marzo 1993 (un Brescia-Roma 0-2), e a credere per primo in lui fu il compianto Vujadin Boskov. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net. "Lei e Francesco sono davvero una bella coppia".

Da allora Totti non ha mai cambiato bandiera. Pensa chi la barca non la lascia mai. A me basta vederti calcare l'erba di un campo di calcio, vedere una giocata delle tue, che sia un gol col cucchiaio o di potenza, che sia un lancio di prima di 70 metri, un copi di tacco o un tocco morbido.

E' secondo lei il vero simbolo della Roma di tutti i tempi?

DIMMI COSÈ — Dal 1983 insieme ad Antonello Venditti i tifosi lo cantano e se lo chiedono tutte le domeniche. Ha rinunciato anche a proposte economiche incredibili da parte di club come il Real Madrid. C'è ovviamente l'augurio dello staff della As Roma che lo festeggia direttamente da Londra: "Happy Birthday Francesco". "Ma preferisco quello che ho fatto". "Vuol dire che qualcosa di buono l'ho fatto". Però adesso, a fine carriera, ho deciso di fare questa iniziativa. Un momento difficile della mia carriera?

Come giudica il suo rapporto con Spalletti? La festa, preceduta da una cena tra pochi intimi (circa 30 persone), vedrà, tra le altre cose, tante luci, musica e giochi d'acqua.

Lo vede solo come centravanti in questa Roma?

Oggi il capitano festeggerà il suo compleanno e anche i suoi successi in una squadra che per Torri è vita. Totti è Totti ed è l'ultimo dei grandi campioni italiani. E quel Pallone dOro che avrebbe meritato e sicuramente vinto altrove, glielo consegna ogni giorno metaforicamente amandolo senza se e senza ma.