Roma: Spalletti deluso "Poca personalità", Pallotta domani a Firenze

Roma: Spalletti deluso

Domani sera, nel posticipo della quarta giornata di Serie A, la Roma sarà di scena al Franchi opposta alla Fiorentina di Paulo Sousa. Vermaelen dopo Cagliari ha avuto un fastidio, poi è partito per la Nazionale, si è allenato, è stato usato con degli antinfiammatori e quando ha finito è tornato con un fastidio al massimo. Lo abbiamo provato prima del Viktoria, e si è visto che non era in grado di giocare. La piazza è quella che conosciamo e se ha convinto tutti vuol dire che ha qualità. Giocano un buon calcio fatto di possesso palla e giocate per andare a fare gol e vincere.

Vive sempre bene la partita, ha sempre il sorriso sulle labbra, capisce tutto, sa tutto, è sveglio. Penso alla formazione dell'anno scorso perché ha fatto vedere di essere stata una formazione che ha dato profitti alla Roma.

Il match Fiorentina-Roma sarà possibile vederlo in diretta tv sulla tv satellitare Sky e sul digitale terrestre Mediaset Premium, che offrono gratis la visione delle partite in streaming tramite i servizi Sky Go e Premium Play, che permettono di visionare le partite in diretta live su tablet e cellulari Android o Apple come iPad e iPhone. Lui ha vinto tante cose, ma da solo non basta. Solo così si potranno evitare errori come quelli commessi nelle ultime uscite: "Gli errori banali che facciamo, come ad esempio quello di Juan Jesus in Europa League, lo dimostrano. In generale, commettiamo ancora qualche banalità". La Roma dev'essere anche altre cose. Ha imprevidibilità, palla sui piedi, palla sopra. Nel suo comportamento di riempimento ci dovrebbe essere di lottare per qualche pallone in più, quando il suo avversario è alle costole riesce a prendere qualche metro. Credo che sia più competitiva di quella dello scorso anno, ma non è solo Totti. Vanno bene questi qui fino a fine anno, è una rosa che mi soddisfa e non mi deforma. Bisognerebbe far nascere l'entusiasmo di chi supporta e chi no, i giocatori nonostante abbiamo una testa, se fossero messi in un ambiente ideale sarebbe più facile dare qualcosa in più. "Picchettare il futuro è il mio lavoro". "Noi dobbiamo cercare equilibrio nella prestazione e non gli alti e bassi visti fino ad oggi". Luciano Spalletti risponde così all'ennesima domanda su Francesco Totti. Viene usato in maniera sbagliata secondo me anche lui questo lo avverte, perché io non voglio togliere niente al giocatore. L'anno scorso ho parlato a Francesco dentro la mio ufficio e si è partiti per un tragitto lungo tutto l'anno. Salah ha tanto talento nel fare le cose e va lasciato libero. Nons ento parlare bene di niente: il presidente, l'allenatore e il Dg non vanno bene. E' vero che andiamo sotto la linea, perché non si riesce a riempire la partita individualmente. Pallotta ha speso dei soldi su delle cose solide che resteranno. È un genio, ma va gestito, e lui deve aiutarmi a far crescere altri giocatori. Totti è un giocatore straordinario ma la Roma non vincerà mai niente se si è solo Francesco. Non va mischiata la passione degli sportivi, loro è giusto che facciano quello che vogliono. Io non ho niente contro Francesco, anzi. Ho iniziato da quest'anno ad elogiarlo. "Sarà il campo a dire se questa è la sua ultima stagione". Io non mi deformo. L'anno scorso ci ha dato un contributo fondamentale, come quest'anno quando ha giocato, spesso, per arrivare alla vittoria. Il record di punti in un girone di ritorno l'ha determinato la Roma, non un calciatore solo.