Roma-Crotone, Spalletti: "Totti? A disposizione, poi scelgo io"

Roma-Crotone, Spalletti:

I toni sono più distesi, e il tecnico giallorosso presenta la sfida contro i pitagorici, ecco alcuni estratti: "Solo Veermalen è fuori, sta migliorando e si potrà valutare per la sfida di Torino". "La rosa non è corta..."

La rosa non è corta.

QUI ROMA - Spalletti potrebbe cambiare qualcosa in attacco: possibile turno di riposo per Perotti che verrà sostituito da El Shaarawy a sinistra, mentre sulla fascia destra ci sarà Salah; Dzeko guiderà l'attacco. Stiamo bene così, non è corta ed è di qualità.

Dall'altra parte non intende fare la vittima sacrificale il Crotone di Nicola che domenica è andato davvero ad un passo dall'ottenere la prima vittoria di questa stagione: il vantaggio di Trotta aveva spianato la strada ai rossoblù, poi raggiunti nel secondo tempo da una bella stocca di Nestorovsky che ha permesso al Palermo di tornare in Sicilia con un punto importante che muove la classifica. Gli attaccanti hanno un peso superiore rispetto agli altri perché devono fare gol.

"Il presidente è una persona eccezionale, è il presidente che mi piace avere".

Pallotta ha detto che spera una sua permanenza a lungo nella Roma. Un presidente con grande empatia. Trasferisce subito fiducia, crede in te: come si dice in America, da uno come lui ci comprerei la macchina usata.

L'allenatore dei capitolini ha poi proseguito parlando di Nainggolan e De Rossi: "Radja è un giocatore forte e può determinare sempre dentro la partita".

"Le tre partite sono finite". Hai fatto bene a ricordarmelo. "Il mio futuro dipenderà da quello che dimostrerà la squadra". "Se domani gioca, indosserà la fascia da capitano". Ho visto segnali importanti fatti nel discorso con la squadra quando siamo tornati da Firenze. È bello anche l'ambiente che si è creato nello spogliatoio.

"Rinnovo? E un discorso che faremo più avanti, anche dopo aver analizzato quello che la squadra esprimerà". Ci giochiamo il futuro e io devo prendermi le mie responsabilità. "È innovativo, basta vedere che ci ha fatto giocare a calcio in un campo di baseball". Bisogna dargli la possibilità di inserirsi e capire alcuni dettagli. "Ha corsa e resistenza ma deve un po' migliorare la fase difensiva perché non ha impatto e continuità". Va fatto inserire, ha qualità ma non va messo spalle alla porta perché non è rapidissimo.

Gli ha risposto Sabatini. Secondo me Corvino è un grande professionista. Se si guardano gli episodi della partita diventa tutto più chiaro.

Qual'è in questo momento il peggior difetto della Roma? Bisogna stazionare sulla metà campo avversaria, questa è la cosa su cui stiamo lavorando di più. Soprattutto quelli che fanno la differenza nel reparto offensivo. Stiamo bene così, è una rosa di qualità. "Però i miglioramenti ci sono, vedo la partecipazione dei giocatori a mettere in pratica".

"Può giocare, sceglierò io come sempre ho fatto".