Renzi rilancia Ponte Stretto Messina

Renzi rilancia Ponte Stretto Messina

Il Ponte sullo Stretto di Messina può creare "centomila posti di lavoro". Bisogna togliere la Calabria dall'isolamento e far sì che la Sicilia sia più vicina.

"Noi siamo pronti", ha tuonato da Milano il capo del Governo che, rivolgendosi al manager della Impregilo ha praticamente lasciato intendere un assoluto placet del Governo. "Noi siamo pronti. Se voi siete nella condizione di portare le carte e sistemare ciò che è' fermo da 10 anni, noi sblocchiamo". Anche oggi abbiamo avuto l'ennesima conferma su chi sono i datori di lavoro del Presidente del Consiglio.

Poi ha lanciato la sua ricetta per la crescita: "Le amministrazioni locali devono sviluppare gli uffici tecnici per sbloccare i piccoli e medi cantieri, bisogna semplificare la burocrazia, investire nella banda larga perché le reti di domani non sono le dighe o le autostrade, quella di domani sarà l'Italia della gigabyte society". Per dirla in poche parole: era l'epoca del Porcellum. Lo annuncia Maurizio Lupi, capogruppo di Ap alla Camera, durante una conferenza stampa a Montecitorio. Chiuso non lo è ancora, nonostante l'ex segretario dei Ds Piero Fassino avesse già detto, il 15 gennaio 2006, che "il rapporto costo-benefici non regge: il ponte sullo Stretto costa troppo per essere un ponte ed è un'opera avulsa da strategie". "Oggi il Ponte domani chissa'". "Il Premier si riferiva probabilmente ai progetti, dobbiamo riprendere le discussioni con le Ferrovie dello Stato e l'Anas che sono i principali stackholders di questo progetto".

"Vorrei ricordare a Renzi che questa opera mai iniziata è già costata ai contribuenti italiani parecchi soldi". "Saremo al fianco del Presidente Renzi e del Pd - ha commentato il deputato Beppe Picciolo - per contribuire, con i fatti, a dare l'energia che possa ricaricare il Meridione e lo aspettiamo in riva allo Stretto per l'annuncio ufficiale del riavvio di un'opera che può cambiare il corso della storia della nostra terra". Lo scrive su twitter il senatore Fi Maurizio Gasparri. Cosi' il deputato di 'Possibile', Pippo Civati. 'Avanti con il ponte sullo stretto!'. Lo scrive su twitter la deputata 5 stelle Giulia Grillo. Ci sono motivazioni forti che ci spingono a dire di no e nessuno si azzardi, neanche Renzi, a parlare di Ponte sullo Stretto perché divento una belva. Insieme alla Salerno-Reggio Calabria, potrebbe rappresentare la spina dorsale su cui innestare il rilancio del Sud Italia. Ma non è così che si governa, stai diventando ridicolo. Lo afferma Gianfranco Librandi di Scelta Civica.

Secondo Renzi sarebbe un'operazione utile a portare "non solo posti di lavoro, 100mila".