Poliziotto arrestato a Rimini: fingeva malanni inesistenti per andare prima in pensione

Poliziotto arrestato a Rimini: fingeva malanni inesistenti per andare prima in pensione

L'accusa è truffa ai danni dello Stato e istigazione alla truffa assicurativa, in quest'ultimo caso la polizia ha scoperto che l'uomo aveva consigliato ad un romeno di fornire un falso racconto sulla dinamica di un'incidente.

Si fingeva malato per andare prima del tempo in pensione.

M.S., 53enne originario di Bari, assistente capo della polizia di Stato, è da questa mattina ai domiciliari. A detta degli investigatori, tale comportamento sarebbe stato volto al raggiungere il pensionamento anticipato; il poliziotto avrebbe giustificato la domanda di congedo asserendo di essere sofferente.

A partire dal 2014 l'agente ha prodotto certificati per malattie inesistenti, producendo un danno per le casse dello Stato di almeno 65mila euro lordi. Il poliziotto, pur sapendo tutto ha omesso di denunciarlo, venendo meno ad un obbligo di servizio.