Pensioni, incontro governo-sindacati: sul tavolo sei miliardi in tre anni

Pensioni, incontro governo-sindacati: sul tavolo sei miliardi in tre anni

La quattordicesima sarà estesa a 3,3 milioni di persone, ovvero ai pensionati con redditi complessivi personali fino 1.000 euro al mese. Oggi l'incontro decisivo tra governo e sindacati per definire il pacchetto e tirare le fila, "fare una sintesi", del confronto avviato a fine maggio sui temi del lavoro e delle pensioni. Si tratta di quasi 1,2 milioni in più rispetto alla attuale platea dei beneficiari.

L'Esecutivo, in base a quanto detto dal ministro Poletti, punta a destinare agli interventi sul sistema previdenziale 6 miliardi di euro in 3 anni. "La strada non è tanto larga ma abbiamo lo spazio per fare quello che abbiamo preventivato".

Poletti ha comunque precisato che non è detto che quello di oggi sarà l'ultimo incontro. L'appuntamento, slittato già due volte, è fissato per il primo pomeriggio tra il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, ed il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo. Noi pensiamo di essere vicini alla sintesi, abbiamo fatto un buon lavoro; molte cose sono chiare e definite, su alcune altre c'e' un lavoro che e' sempre in corso. "Mi aspetto coerenza". "Abbiamo lavorato mesi - ha aggiunto Furlan - per trovare soluzione e dare risposte ai bisogno degli anziani, dei pensionandi e soprattutto dei giovani e mi auguro che queste soluzioni siano sul tavolo". "In particolare, in relazione al decreto legislativo n. 148 del 2015, le modifiche di maggior interesse riguardano le aree di crisi complessa, dove ora si potranno accordare 12 mesi in più di cassa integrazione guadagni straordinaria".

Lo spostamento ulteriore della data di incontro sarebbe stato deciso sulla base della previsione che domani si terrà il Consiglio dei Ministri per l'esame della nota di aggiornamento al Documento di economia e Finanza.

Il tavolo convocato oggi Dal tavolo dovrebbe uscire un verbale sindacale anche se non sono da escludere incontri successivi prima del varo del disegno di legge di Bilancio 2017-2020, previsto entro il 20 ottobre. Nei casi di Ape volontaria, la rata per il prestito per il periodo massimo (tre anni e sette mesi) potrebbe costare fino al 25% dell'importo della pensione per 20 anni.