Palermo: sospetto caso di meningite

A Palermo scatta l'allarme per un nuovo caso di meningite, il terzo registrato nelle ultime settimane. Una donna di 35 anni, di professione avvocato, è giunta stamani in gravi condizioni all'ospedale Civico.

Una volta che è arrivata nella struttura ospedaliera, i medici hanno sospettato subito che probabilmente poteva aver contratto la meningite: ora la donna si sta sottoponendo a tutti gli esami del caso per appurare se si tratti o meno di meningite, una malattia che può portare anche alla morte.

"Abbiamo attivato tutte le procedure previste in questo caso - dice Nicola Casuccio responsabile del servizio epidemiologico dell'Asp di Palermo - Abbiamo avvertito i familiari a Palermo e anche le persone con cui lavorava a Catania.al momento si tratta di un caso sospetto".

La donna, Elisa Patanè, palermitana, è madre di un bambino. Il primo nel mese di giugno quando la meningite fu fatale ad una ragazza di 24 anni. "In 22 giorni di agosto i vaccini somministrati sono stati 21.500, contro i 2.700 eseguiti da gennaio al 31 luglio". L'assessorato regionale alla Salute nei mesi scorsi ha avviato una campagna di vaccinazione gratuita per gli under 30.