Palermo, Faggiano: "Basta pensare al mercato, col Crotone è importantissima"

Palermo, Faggiano:

Abbiamo fuori Trajkovski e Quaison, due pedine importanti per la squadra. "Qui avrebbe potuto infiammare un popolo intero". Non si è parlato di questioni societarie, "perché non so nulla - ha dichiarato il ds che ha poi proseguito con una punta d'ironia - Per fortuna molti giocatori sono stranieri e non vengono distratti da queste situazioni". Di mercato in uscita si è parlato poco, ma De Zerbi ha recentemente dichiarato che punterà su Gonzalez, dato per partente da tutti: "Il lavoro del direttore sportivo - precisa Faggiano - è anche quello di entrare nella testa del giocatore. Se Trotta non fosse andato a Crotone, Iemmello sarebbe venuto da noi". Ad aver convinto maggiormente nel 4-3-3 proposto da De Zerbi è stato difatti il fantasista di Prato schierato in posizione da 'falso nueve', con compiti simili a quelli per intenderci che Francesco Totti assolse nella prima Roma di Spalletti.

TIFOSI: "Il Palermo ha dato l'incasso in beneficenza e non ne parla nessuno, lo fa la Sampdoria e ne parlano tutti". "Il Napoli se non arriva primo, merita di arrivare secondo. A De Zerbi serve un po' di tempo". "L'allenatore è lui, le scelte deve farle lui anche quando gli si contestano". La squadra ci crede ed e' positiva. Posavec contro il Napoli sabato sera ha mostrato la prima incertezza dopo un avvio di stagione positivo, ma la risposta la dà la parata fatta su Gabbiadini dopo il terzo gol. "Se parliamo sempre dell'attaccante, non diamo fiducia a quelli che abbiamo".

Per farlo, però, non si passerà prima di gennaio per il mercato.

Queste le parole raccolte dell'emittente "Palermo24.net" proprio del DS che confessa i problemi dell'organico: "Abbiamo provato fino alla fine a trovare una punta adatta, adesso siamo questi e non c'è altro da aggiungere". La mentalità è diversa a livello di lavoro e di tattica, bisogna assimilare le idee nuove e non è facile nell'immediato. Siamo arrivati tardi su determinati calciatori, sia perchè avevano già parlato con altre società oppure perchè i rispettivi club non volevano più cederli, oppure perchè altri non gradivano la nostra destinazione. Se prendo uno che l'anno scorso ha fatto venti gol e ne fa zero, sono io a sbagliare. Faggiano, oltre a far capire che non è facile fare mercato in certe condizioni, usa anche del sarcasmo: "Se guardiamo solo indietro e in negativo, non possiamo fare niente e non possiamo andare avanti nel lavoro". Si trattava di rinforzare delle dirette concorrenti e al tempo stesso di indebolire noi stessi, con scambi non alla pari o cessioni in prestito con diritti di riscatto poco convenienti sul piano economico. "È una persona seria che tiene al Palermo". Prendete Vitiello, è il capitano, non ha giocato e ha un atteggiamento positivo. Se dobbiamo sempre dire cosa manca, è inutile. Ci sono stati giocatori che non sono stati ceduti, e in realtà posso anche essere stato io a non volerli cedere, proprio per non svenderli, come ho già detto per Gonzalez. "E' il mio obiettivo da quando sono arrivato". Domenica ho visto nella squadra la voglia di fare bene fino alla fine. "Darò il massimo per il Palermo, perchè non voglio fare brutta figura".