OpenOffice rischia la chiusura. Mancano i volontari

OpenOffice rischia la chiusura. Mancano i volontari

Tuttavia lo sviluppo di OpenOffice è fermo da ottobre 2015, e l'ultima versione della suite, ovvero la 4.1.2 è stata rilasciata 1 anno fa. Evidentemente pare di sì: il responsabile del progetto all'interno della Apache Software Foundation, Dennis Hamilton, lo ha esplicitato chiaramente in una email proposta come spunto di discussione per gli interessati. Oggi OpenOffice è portato avanti da "una mezza dozzina" di sviluppatori volontari, si spiega, e a parte questi non se ne vedono abbastanza che abbiano "le capacità, le competenze e la voglia" per affiancarli.

E' sempre stato una delle migliori alternative a Microsoft Office, ma adesso potrebbe essere abbandonato.

La suite di programmi per ufficio - spesso utilizzata da chi non vuole pagare per la licenza della suite Office di Microsoft - una volta era considerata la piu' completa alternativa gratuita al dominio di Microsoft sui pc desktop.

ZDnet riporta che il 21 luglio è stato rilasciato un avviso di protezione che ha avvisato che un bug ha colpito la versione 4.1.2 di OpenOffice, il quale poteva essere sfruttato per eseguire codice malevolo da remoto.

Ci sono gravi possibilità che il progetto possa concludersi da qui a breve. Verrebbero chiusi i profili Twitter, Facebook e il blog di OpenOffice, e scomparirebbe la mailing list di tutti gli sviluppatori. In questo caso, i file sorgente resterebbero disponibili, ma il progetto non fornirebbe più alcun cambiamento, aggiornamento o aggiunta, e dismetterebbe le proprie vesti ufficiali. Apache Software Foundation però non garantirebbe alcun nuovo aggiornamento.

Il messaggio prosegue sottolineando che al momento non sono state prese decisioni in merito ma se non ci saranno aggiornamenti nel corso dei prossimi mesi "il pensionamento del progetto è una seria possibilità". Inoltre, a partire dal 2010, il progetto si è diviso in due (LibreOffice e OpenOffice) in seguito all'acquisto da parte di Oracle. Quest'ultimo è utilizzato da circa 100 milioni di persone, mentre secondo le statistiche pubblicate OpenOffice ha superato i 160 milioni di download nel periodo tra maggio 2012 a fine 2015.