OpenOffice abbandonato a se stesso, rischia la chiusura

OpenOffice abbandonato a se stesso, rischia la chiusura

Originariamente sviluppata da Sun, acquisita da Oracle che se ne è successivamente lavata le mani, OpenOffice è stata in questi anni superata dal progetto LibreOffice nato come fork di OOo ma poi impostosi come suite in grado di tenere il passo sia della concorrenza - il solito Microsoft Office di cui sopra - che delle nuove tendenze di mercato come cloud, mobile eccetera. "Devo constatare che non ci sono abbastanza sviluppatori con la capacità e la volontà di supportare il lavoro dei cinque o sei volontari che tengono in piedi il progetto" è l'amara riflessione di Hamilton.

Secondo Wikipedia, molti ex sviluppatori di OpenOffice sono passati a lavorare su LibreOffice di The Document Foundation nel 2010.

Proprio LibreOffice ha nel tempo conquistato sviluppatori e utenti a OpenOffice, grazie a una progressione molto più veloce per aggiornamenti e aggiunte di funzioni. La comunità di OpenOffice compresi i partner Canonical, Google, Novell e Red Hat ha manifestato supporto per la creazione di una suite aperta e indipendente.

Dal 2000 è l'alternativa gratuita al pacchetto Office di Microsoft. Dopo circa 31 giorni, il 30 agosto, è arrivata la correzione del bug. Il post è stato scritto da Dennis Hamilton, vicepresidente di Apache. Mentre gli sviluppatori avevano iniziato a trovare una correzione nel codice sorgente a marzo, sperando di includerla all'interno della versione 4.1.3 il cui rilascio è stato pero' previsto nel mese di ottobre, di nuovo a causa della mancanza di risorse per gli sviluppatori.

Nella mail, Hamilton spiega la necessità di prendere in considerazione cosa bisognerebbe fare in caso di necessità di mandare in pensione il progetto, considerato che gli sviluppatori che attualmente lavorano al progetto difficilmente riescono a mantenerlo in attivo.

La decisione non è ancora stata presa anche se le difficoltà al momento sono evidenti. Onestamente aggiornamenti su base trimestrale non sono più possibili, in quanto si intensificano in misura sempre maggiori i problemi di sicurezza e la richiesta di nuovi fix patch.

Ci sono gravi possibilità che il progetto possa concludersi da qui a breve.