Nordcorea: gli Usa devono riconoscerci come Paese con arma atomica

Nordcorea: gli Usa devono riconoscerci come Paese con arma atomica

I distretti dove si ritiene potrebbero rifugiarsi i leader nordcoreani sarebbero particolarmente colpiti e la città, "ridotta in cenere, sarebbe cancellata dalle mappe". Nel comunicato, diffuso dall'agenzia di stampa locale Kcna, si difende il diritto della Corea del Nord a salvaguardare la sua sovranità e il suo "diritto alla sopravvivenza", nonché alla necessità di rispondere alla minaccia e alle provocazioni degli Stati Uniti. Lo riferiscono fonti militari sudcoreane, citate dalla Yonhap.

La Corea del Sud è pronta a ridurre Pyongyang "in cenere" se vi saranno segnali di un attacco nucleare imminente. Lo stesso diplomatico nordcoreano ha poi spiegato che il test atomico di venerdì era parte della controffensiva del regime in risposta alla "minaccia della guerra nucleare" e alle sanzioni imposte sul Paese. "Il presidente Obama sta tentando con tutte le sue forze di negare la posizione strategica della Repubblica popolare democratica di Corea come Paese legittimamente dotato di arma atomica, ma è un esercizio sciocco, come nascondere il sole con il palmo di una mano" ha detto un funzionario del ministero degli Esteri citato dall'agenzia ufficiale KNCA. Ne sono convinti - scrive il New York Times - molti esperti civili e militari che definiscono sorprendentemente avanzato il programma nucleare del regime di Pyongyang, con missili sempre più piccoli, veloci e leggeri.

Seoul risponde alle minacce di Kim Jong-un. I missili KN-11 avranno il vantaggio di un tempo di preparazione al lancio di pochissimi minuti, fatto che rende non fattibile uno strike preventivo contro tali vettori da parte di Corea del Sud Giappone e Stati Uniti d'America.

E al di là della retorica c'è allarme sulle capacità nucleari della Corea del Nord che si stanno espandendo rapidamente.