È nato il primo bambino figlio biologico di tre persone

È nato il primo bambino figlio biologico di tre persone

La tecnica è approvata legalmente soltanto nel Regno Unito. In passato aveva già visto morire due figli a causa di questa patologia. La bambina morì all'età di sei anni. Il medico John Zhang: "Ho scelto il Messico perché lì non ci sono regole". È stato infatti finalmente annunciato (dal settimanale bambino-da-tre-genitori_e8173e44-1cf2-4c34-b0cf-b1950014450f.html" target="_blank">New Scientist) che il primo bebè nato con la tecnica di fecondazione assistita a tre genitori è sano ed è arrivato al quinto mese di vita. Per ora Abrahim, nato il 6 aprile 2016, non ha sintomi di malattie. Essenzialmente, si rimuove un nucleo sano dall'ovulo della madre e lo si trasferisce all'interno di quello fornito da una donatrice a cui è stato preventivamente rimosso il nucleo. Abrahim Hassan, questo il nome del piccolo, porta con il Dna di 3 persone: la madre, il padre, e una donatrice. Il team di Zhang ha operato in Messico dato che il metodo non è riconosciuto negli Usa. La "fecondazione in vitro con tre genitori" è stata pensata per evitare la nascita di pargoli con gravi malattie ereditarie.

A diffondere la notizia in esclusiva è stato New Scientist, che spiega come la madre del bambino sia portatrice sana della sindrome di Leigh (encefalopatia necrotizzante subacuta), una malattia mortale che colpisce il sistema nervoso in via di sviluppo del nascituro. In Messico non vi è una regolamentazione specifica che possa vietare questo tipo di intervento.

I mitocondri difettosi della cellula uovo della madre sono stati quindi sostituiti con quelli di una donatrice sana.

Uno schema che illustra il funzionamento della tecnica: 1) si raccolgono la cellula uovo materna con dna danneggiato e quella di una donatrice; 2) il nucleo della prima viene inserito nella seconda, privata del nucleo; la cellula risultante viene fecondata. Questa tecnica avrebbe richiesto la distruzione di due embrioni e la coppia era contraria. L'embrione, l'unico dei cinque creati a essersi sviluppato normalmente, è stato poi impiantato nell'utero della madre e dopo nove mesi è venuto al mondo, perfettamente sano.