#MUSEI / L'Archeologico di Mantova inaugura la sezione dedicata alla "Mantua" romana

#MUSEI / L'Archeologico di Mantova inaugura la sezione dedicata alla

Il museo ospiterà più di cento opere e materiali provenienti dagli scavi romani e dai dintorni della capitale e che fino ad oggi erano conservati nei depositi.

Il Museo Archeologico Nazionale di Mantova è ospitato nel cosiddetto Mercato dei Bozzoli, un tempo sede del teatro dei Gonzaga, edificio donato dal Comune allo Stato nel 1978 e aperto nel 1998 come sede museale, nato per accogliere ed esporre uno dei più interessanti e variegati patrimoni archeologici della Lombardia. L'inaugurazione della sezione, intitolata "Mantua: una città romana", avverrà alle 17 e per l'occasione il Museo sarà visitabile gratuitamente.

Inoltre da venerdì 2 settembre il museo avrà un nuovo ingresso, da piazza Sordello, a sinistra di Palazzo Ducale.

Il progetto di allestimento è stato voluto da Stefano L'Occaso con la direzione scientifica di Nicoletta Giordani e triplica la superficie espositiva. Si tratta di un riallestimento che triplicherà la superficie dell'esposizione e offrirà al pubblico un resoconto straordinario sulle origini di Mantua, l'antica Mantova dell'epoca romana. I materiali, di proprietà comunale e statale e già conservati nei depositi del Palazzo Ducale e della Soprintendenza, studiati e selezionati con il supporto di Elena Maria Menotti, sono stati tutti restaurati. Da allora il museo restò limitato a una piccola parte del piano terra, su tre piani di estensione. Passata in consegna nel 2015 al Polo Museale della Lombardia, oggi permette di calarsi nella narrazione dei popoli che hanno abitato in passato la città, diventata quest'anno Capitale Italiana della cultura. Il costo del biglietto resta invariato, cioè quattro euro l'intero e due euro il ridotto.