MotoGP, Aragona: libere targate Honda, forfait Iannone

MotoGP, Aragona: libere targate Honda, forfait Iannone

"Vedremo come starò nel pomeriggio dopo l'antidolorifico anche se il vero problema non è non sentire il dolore ma perdere la forza e la reattività in pista".

Andrea Iannone ha parlato a Sky Sport dopo essere tornato in sella nelle prime prove libere ad Aragon: "Pensavo che potesse andare peggio". Però in questo fine settimana penso che avremo qualche difficoltà perché questa non è una delle piste migliori per me.

Si inizia oggi venerdì 23 settembre alle 9.55 con la prima sessione di prove libere della Moto Gp. Il pilota sulla Honda ha stampato un 1'48 " 830 ed è stato l'unico a scendere sotto il muro del 49". "Sono stato veloce e non ho particolari punti deboli". Quest'ultimo è incalzato alle spalle dal compagno di scuderia e rivale Jorge Lorenzo.

Quando il gioco ha cominciato a farsi serio, le Ducati hanno mostrato quei limiti che non erano apparsi durante le FP1, perlomeno non in maniera così evidente: Barbera, Petrucci, Dovizioso, rispettivamente in ottava, nona e decima posizione.

La Honda è stata la protagonista del secondo turno di libere ad Aragon, riuscendo a piazzare tre piloti nelle prima fila virtuale. Il giro veloce fu siglato da Marquez nel 2015 in 1'46.635 che partì dal primo posto in una gara chiusa come detto solo al 13° posto. Qui di seguito riportiamo le dichiarazioni rilasciate dai piloti presenti, riguardanti la gara di Misano, quella che avrà luogo domenica e, più in generale, il campionato. Oltre al successo dell'australiano nel 2010 gli unici podi per Ducati sul tracciato di Alcañiz sono il terzo posto di Nicky Hayden nel 2010 e lo stesso piazzamento di Cal Crutchlow due anni fa. Un contro è fare due o tre giri e un conto è correre l'intera gara. Sul giro secco sono molto competitivo anche se nel time attack ho fatto dei piccoli errori quindi ho chiuso quarto.

Il sabato è giornata di FP3, FP4 e qualifiche. Si può dire che è come se fossi all'esordio in MotoGP.