Moto2 | Baldassarri: "Dedicato al Sic"

Moto2 | Baldassarri:

In una Misano gremita di pubblico, a regalare una gioia a tutti gli appassionati e a far risuonare l'inno di Mameli è Lorenzo Baldassarri. Il francese, campione in carica, ha chiuso le qualifiche in 1'37.436 precedendo di appena 73 millesimi il giapponese Takaaki Nakagami. Terzo posto per Nakagami, quarto Zarco, quinto un comunque buonissimo Franco Morbidelli, a mettere 2 italiani nei primi 5, sesto Tom Luthi, settimo posto per il buon Syahrin, ottavo posto per Folger, Cortese e Alex Marquez a chiudere la top 10, Luca Marini va in zona punti con la tredicesima posizione, 16o Pasini dopo una caduta e 18o Fuligni condizionato dai problemi alla schiena. Una manovra splendida e una freddezza da veterano contro un rider di sicura classe come Rins, secondo nel Mondiale a 3 punti da Zarco e futuro pilota della Suzuki in MotoGp nel 2017. In gara, sin dallo start, ha battagliato per la testa della corsa, restando sempre in scia al leader. Il duello tra i due ha avuto inizio a pochi giri dalla fine, con Baldassarri che non ha concesso tregua al rivale, che però non commetteva errori.

"Si, tanto che non mi sono reso nemmeno conto che Rins era arrivato lungo al Curvone".

"É stata veramente una cosa incredibile aver vinto qui la prima volta, nel circuito dedicato a Marco Simoncelli - le parole di Lorenzo Baldassarri - È davvero un giorno speciale con il mio fan club che è venuto qui, la gara di casa che si corre in un giorno speciale a cui abbiamo dedicato la nostra livrea". La sua esperienza nella Rookies Cup prosegue l'anno successivo, ma non è un'annata trionfale per l'italiano, che si deve accontentare di una sola vittoria in tutta la stagione.