Montemarciano: "Puliamo il mondo" con le scuole

Montemarciano:

È questo il motto della 24esima edizione di Puliamo il Mondo 2016, la grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai, in programma nella Penisola dal 23 fino al 25 settembre.

Non solo nella capitale ma in tutto il Lazio i volontari si sono rimboccati le maniche, su tutti il circolo di Legambiente di Frosinone "Il Cigno" che ha ripulito alcune aree nei pressi dello Stadio Matusa, il circolo di Legambiente Ripi "La Vite" che ha ripulito la circonvallazione Aldo Moro, il circolo di Latina "Arcobaleno Pontino" che si è dedicato all'area di Borgo Sabotino e il circolo di Legambiente Appia Sud "Il Riccio" che ha tirato a lucido un tratto dell'Appia Antica. Durante l'opera di raccolta sono stati rinvenuti rifiuti ingombranti, alcuni pneumatici, bottiglie di vetro e tantissimi oggetti di plastica.

Puliamo il Mondo è aperto a tutti: si consiglia di indossare un vestiario adeguato e con stivali. Per questo Puliamo il Mondo coinvolgerà, oltre a tante associazioni presenti sul territorio, anche le comunità dei migranti, i rifugiati politici, le associazioni dedite all'integrazione sociale. "Puliamo il Mondo ha un compito educativo importante, perché permette di far vivere i quartieri in modo partecipato, troppo spesso vittime di incuria e disattenzione generale - sottolinea Luca Petitto, responsabile Scuola di Legambiente Lombardia - I bambini sono molto contenti di prendervi parte e tornando a casa sono i primi a trasmettere i valori di impegno per la salvaguardia del territorio". A Milano i detenuti del carcere di Bollate hanno ripulito piazza Gabrio Rosa e dintorni. La giornata avrà inizio alle 9.00, con il raduno dei volontari presso la Scuola Media Falcinelli ( via Marotti a Montemarciano e via Delle Querce a Marina ), dove saranno distribuiti i kit per la pulizia messi a disposizione dal Comune/da Legambiente.

La campagna "Facciamoli sgommare" tesa alla sensibilizzazione, al recupero e al riciclaggio degli pneumatici dismessi, negli ultimi anni ha consentito a diverse amministrazioni comunali molisane di smaltire centinaia di pneumatici abbandonati da cittadini noncuranti del grave danno ambientale prodotto dall'abbandono di tali materiali e forse non consapevoli del danno economico ricadente sull'Ente, e conseguentemente sul contribuente, per i costi di bonifica delle discariche abusive.