Mondiali ciclismo 2020, Vicenza e il Veneto sono pronti. Ecco i percorsi

Mondiali ciclismo 2020, Vicenza e il Veneto sono pronti. Ecco i percorsi

Sarà un tracciato estremamente spettacolare quello proposto, con circuito finale e traguardo a Vicenza, ma col coinvolgimento di tutti i 7 capoluoghi di provincia del Veneto: Padova e Venezia per le partenze delle cronometro e della gara in linea professionisti; Belluno, Rovigo, Treviso e Verona per i mass event con le Granfondo. "Proprio nel 2013, nell'ambito dei Mondiali di Ciclismo su strada in Toscana, annunciammo a Firenze il progetto Vicenza 2020". "Così come - ha continuato Pasqualin - la Federazione Ciclistica guidata da Renato Di Rocco, con la quale abbiamo raggiunto subito un accordo a livello organizzativo". Sostegno anche dalle alte autorità sportive - come il capo del Coni Giovanni Malagò - e quelle politiche, dall'ex Sottosegretario alla Presidenza del Governo Graziano Delrio al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Due anni dopo, una nuova frazione della Corsa Rosa terminò nello stesso luogo del capoluogo vicentino, con Philippe Gilbert a battere tutti gli avversari.

Vicenza intanto ha approfittato dell'apertura della fiera CosmoBike di Verona, che andrà in scena dal 16 al 19 settembre, per svelare il percorso che parte e arriva in Via Roma e prevede la scalata del Monte Berico (l'altimetria è in apertura del post). Delle 7 cronometro attualmente in programma, tra individuali e a squadre, 2 si svolgeranno interamente a Vicenza e 5 scatteranno da Padova per concludersi pure a Vicenza. Il circuito finale avrà una lunghezza di 20,750 km e presenta le scalte al Monte Berico (1.150 metri con pendenza media al 7% e massima all'11%) e di Via Costacolonna (1,7 km con pendenza media del 7,1% e massima del 13%). Come già fatto un anno fa a Richmond, negli Stati Uniti, una delegazione del Comitato Promotore dei Mondiali in Veneto volerà in Qatar tra un mese per i Mondiali di Doha: sarà il momento cruciale per preparare i passi decisivi verso l'assegnazione dell'organizzazione dei Mondiali del 2020. Ma nel 2020 potrebbe tornare in ballo l'Italia, in particolare Vicenza che è pronta a raccogliere il testimone da Firenze 2013.

Alla conferenza ha preso parte anche il commissario tecnico della nazionale italiana Davide Cassani, che ha così commentato la candidatura veneta:"Da corridore il mio primo mondiale è stato in Italia, in Veneto e l'ultimo sempre in Italia, in Sicilia".