Milan, Montella: "Sousa impara in fretta, ha"

Milan, Montella:

Una cosa è certa: con un po' di brillantezza in più, si sarebbe potuti arrivare a una vittoria che avrebbe portato il Diavolo a essere la terza forza del campionato. Un abbraccio continuo fino alla buonanotte del croato.

MEGLIO LA FIORENTINA - Al fischio di Orsato Paulo Sousa sceglie Kalinic unico riferimento offensivo con Ilicic e Borja Valero pronti a supportare il croato. Mediana con Bernardeschi, Badelj, Sanchez e Milic. In difesa c'è Salcedo con Gonzalo e Tomovic.

Non segna ma ci prova in tutti i modi, in ogni momento. Una punizione di Bonaventura, al 4', s'infrange sulla barriera.

Un punto a ciascuno e nessuno si fa male. Dopo 120 secondi la Fiorentina torna a farsi con Borja Valero che impegna Donnarumma con un preciso sinistro a giro. L'occasione più importante è quella di Ilicic, che dal dischetto spreca, spedendo la sfera sul palo. Milan a un passo dal vantaggio all'83': cross dalla destra del 'solito' attivissimo Calabria, intervento maldestro del colombiano Carlos Sanches ('retrocesso' a difensore dopo l'infortunio a Gonzalo Rodriguez), palla a Bacca che controlla e in mezza rovesciata mette a lato di pochissimo.

Al rientro dagli spogliatoi la stanchezza si vede nei volti dei 22 che scendono in campo.

In ogni caso, non è stata una grande partita. Gli ospiti arrancano e non si scompongono, Paletta e Romagnoli sono protagonisti di una gara di sacrificio non esente da errori ma da premiare vista la presenza nella propria zona di un "guerrigliero" come Kalinic; mentre Bacca e Niang cercano gli strappi sui rilanci dal fondo. E' il primo rigore sbagliato dallo sloveno in serie A. Al 41' Bernardeschi offre un'ottima palla a Kalinic che però sbaglia in scivolata. Rossoneri pericolosissimi al 63': Bonaventura scatenato in area viola, il suo tiro supera il portiere Tatarusanu ma non Badelj che in spaccata salva la sua rete. Il duello tra i due allenatori, partito già nelle conferenze stampa della vigilia, è durato attraverso due interi giorni, e si è concluso con il verdetto sancito dal prato del Franchi, che ha rimandato ad una prossima occasione: non ci sono stati vincitori né vinti. Al 79′ ammonito Locatelli, mentre all'82' Sousa inserisce anche Babacar per Ilicic. Milan che aggancia Roma, Lazio, Chievo e Bologna al quarto posto con dieci punti dimostrando ancora grande solidità difensiva. Al 91′ ammonito Bernardeschi.

Gara sempre vivace. Il Milan gioca molto in contropiede ma pasticcia molto in fase di tiro.

Ai microfoni di 'Sky Sport' ha scherzato in merito all'episodio da rigore o meno su Luiz Adriano: "Non so come si dica rigore in cinese ma so come si dice club: è uguale all'italiano".