Mediaset, prosegue il contenzioso contro Vivendi per Premium

Mediaset, prosegue il contenzioso contro Vivendi per Premium

Per MF, se Vivendi non riuscisse a trovare un accordo con un fondo istituzione, tenterebbe di convincere Telefonica (11%) a restare nel capitale di Premium per qualche anno ancora in modo da consentirgli di lanciare un nuovo business plan. A Piazza Affari il titolo Mediaset mostra un progresso di circa 2,5 punti percentuali a 2,828 euro.

La fonte aggiunge che il consiglio è stato aggiornato di tutti gli eventi che si sono succeduti da fine luglio, dopo che Vivendi ha annunciato di non voler rispettare l'accordo di aprile per l'acquisto di Premium. Se e' vero infatti che il cda ieri ha dato mandato al management per valutare eventuali nuove azioni legali in assenza di un accordo, non va dimenticato che il dialogo tra le due societa' resta aperto: Arnauld De Puyfontaine, ceo di Vivendi, sara' a Milano venerdi' per il cda Telecom e in quell'occasione potrebbe incontrare Pier Silvio Berlusconi.

Quel che ufficialmente al momento è certo è che sia il gruppo di Cologno sia la società francese non sembrano disposte ad arretrare di un centimetro rispetto alle loro posizioni su Premium, visto che considerano la controparte come inadempiente: Cologno accusa Vivendi di non aver dato esecuzione al contratto firmato, mentre il gruppo francese ribatte ponendo l'accento sul business plan "gonfiato" di Premium. Da oggi in poi la clessidra è stata inesorabilmente capovolta e l'apertura di nuovi tavoli negoziali diventa una prospettiva concreta.